A pochi giorni dalla pubblicazione degli attesissimi risultati delle prove preselettive della categoria C dei diplomati che sono risultati idonei alle seconde prove del Concorso della Regione Campania, il Presidente della Regione Vincenzo De Luca - riportando le garanzie arrivate dal Formez - ha assicurato che le seconde prove scritte del Concorso saranno più veloci e che potranno iniziare, molto probabilmente, dalla metà del mese di gennaio 2020. Intanto le polemiche degli esclusi si fanno sentire anche perchè, allo stato attuale, non possono visionare i loro elaborati e i relativi punteggi che hanno determinato la loro mancata idoneità.

Seconde prove scritte: le date comunicate da De Luca

Le seconde prove scritte, secondo quanto ha dichiarato nei giorni scorsi il Governatore Vincenzo De Luca ai microfoni di Radio CRC, si terranno dal 14 al 17 e dal 21 al 24 gennaio. Non è stato reso noto, però, quale delle date sia riservata alla categoria D dei laureati e quale alla C dei diplomati. Sicuramente, notizie più approfondite in merito, saranno rese pubbliche ai diretti interessati insieme alle modalità, agli orari e i luoghi nei quali si terranno.

L’iter burocratico, secondo De Luca, dovrebbe subire ora una svolta decisiva e portare, con auspicabile rapidità, alla conclusione le fasi finali del concorso. I candidati non saranno, sicuramente, più sottoposti alle estenuanti attese di questi ultimi mesi, in quanto le correzioni saranno più rapide rispetto alle precedenti (potrebbero concludersi nel giro di una settimana) con i vincitori del concorso collocati negli uffici dei Comuni campani.

Polemiche dei candidati non ammessi: di cosa si tratta

Nella tarda serata del 2 dicembre sono stati resi noti, con notevole ritardo, gli elenchi dei candidati che hanno superato le prove preselettive della categoria C dei diplomati. Tante le critiche sollevate dai candidati in relazione ad una serie di problematiche anche per quanto concerne la prova dei candidati laureati, i cui risultati erano invece stati pubblicati già a metà novembre: ad alimentare il vespaio di critiche il fatto che ad oggi gli elaborati con relative correzioni non siano ancora pubblici.

La pubblicazione, infatti, non contempla i nomi degli esclusi e il relativo punteggio totalizzato con il proprio elaborato. Stando a quanto comunicato di recente da Formez, sulla sua pagina Facebook, anche chi non ha trovato nelle graduatorie pubblicate il proprio nome, avrà comunque modo di poter visionare il proprio elaborato solo quando saranno pubblicati gli atti online del concorso. Non si sono fermate, dunque, le lunghe attese per i candidati, o aspiranti tali, che hanno partecipato anche se in vano al concorso e che torneranno ad attendere per poter dare almeno un’occhiata ai test e capire gli errori commessi.

Segui la pagina Offerte Di Lavoro
Segui
Segui la pagina Concorsi Pubblici
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!