Nella Gazzetta Ufficiale n. 15 del 21 febbraio 2020 è stato pubblicato un bando di concorso per l'assunzione di personale non dirigenziale presso Il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo. Stando al bando, infatti, il Mibact ha avviato una procedura di selezione per un numero complessivo di 500 unità, da inserire mediante procedura di avviamento con la figura professionale di operatore di vigilanza, di custodia e di accoglienza.

Nuovo concorso mediante avviamento per 500 unità al Mibact

Si tratta di un'ottima opportunità per migliaia di giovani ancora privi di occupazione che avranno la possibilità di avviare una carriera nell'ambito della gestione e della vigilanza di musei, biblioteche, oltre all'organizzazione di spettacoli ed eventi culturali. Il Mibact, infatti, è un dicastero del Governo della Repubblica preposto alla tutela della cultura, dello spettacolo e alla conservazione del patrimonio artistico. Dopo il maxi concorso pubblicato lo scorso agosto, che prevedeva l'assunzione di 1.052 unità, il Mibact continua le procedure di assunzioni e recentemente ha bandito una nuova procedura di selezione mediante avviamento.

I requisiti di partecipazione

Stando al bando di concorso pubblicato nella Gazzetta Ufficiale, infatti, le assunzioni sono riservate agli iscritti ai Centri per l'Impiego che, però, dovranno rispettare alcuni requisiti: possesso della cittadinanza italiana, età non inferiore ai 18 anni, possesso del diploma di istruzione secondaria di primo grado, idoneità fisica all'impiego e alle mansioni da svolgere secondo la procedura concorsuale e godimento dei diritti civili e politici.

Inoltre, tutti i candidati non devono essere esclusi dall'elettorato attivo, non devono essere licenziati o dispensati dai pubblici uffici e non devono aver riportato condanne penali.

La procedura di avviamento avverrà mediante i Centri per l'Impiego competente territorialmente che si occuperanno delle selezioni sulla base della graduatoria esistente. Entro trenta giorni dalla pubblicazione del bando di concorso, infatti, i Segretariati Regionali dovranno inviare la richiesta di avviamento mentre sarà compito dei Centri per l'Impiego avviare le procedure per la formazione delle graduatorie.

Le prove di idoneità

I candidati, inoltre, saranno convocati per l'espletamento delle prove di idoneità che consisterà in un colloquio atto ad accertare le reali conoscenze dei candidati in base alla mansione che si andrà a svolgere. Il colloquio, infatti, avrà come scopo l'accertamento delle capacità di affrontare le problematiche, della conoscenza della lingua inglese e della capacità di acquisire il ruolo di operatore di vigilanza, custodia e accoglienza. I candidati risultati idonei alla prova selettiva verranno assunti secondo quanto previsto dal contratto nazionale di categoria. I candidati interessati alla procedura di concorso dovranno presentare domanda presso i Centri per l'Impiego del territorio di appartenenza entro il 22 marzo 2020.

Segui la nostra pagina Facebook!