Sta per giungere al termine la campagna Red del 2020. Infatti l'ultima possibilità che i pensionati hanno per adempiere all'invio del modello Red scade il 29 febbraio prossimo. Il modello Red è un atto dovuto da tutti quei pensionati che hanno parte della loro prestazione previdenziale collegata al reddito. Quindi, in arrivo la scadenza per i titolari di prestazioni pensionistiche su cui ci sono maggiorazioni sociali, integrazioni al trattamento minimo ed altre somme aggiuntive che sono suscettibili di variazioni perché dipendono dal reddito del pensionato.

La scadenza prevista per i Red per chi utilizza il canale offerto da Caf, patronati e altri soggetti autorizzati è in scadenza il 29 febbraio.

Chi deve presentare il modello Red?

L'adempimento riguarda tutti i pensionati ad eccezione di chi presenta la dichiarazione dei redditi con il modello 730 o con il modello Redditi PF. In alcuni casi però, anche chi presenta queste dichiarazioni reddituali è lo stesso tenuto alla presentazione del modello Red all'Inps. Questa eventualità riguarda quanti hanno redditi ulteriori rispetto a quelli che vanno indicati nella dichiarazione reddituale.

In generale, l'adempimento è in capo a pensionati che negli anni antecedenti quello a cui la richiesta Red si riferisce, hanno delle variazioni reddituali o di stato di famiglia.

Perché occorre presentare il modello Red?

L'adempimento richiesto dall'Istituto è necessario perché con tale documento l'Istituto stesso potrà verificare la permanenza dei requisiti utili al diritto del pensionato a percepire alcune prestazioni aggiuntive sulla pensione.

Oltre ai già citati maggiorazione sociale e trattamento minimo, il modello serve anche per confermare il diritto a percepire gli assegni familiari o la quattordicesima per esempio. La mancata presentazione di questo modello può portare spiacevoli conseguenze per i pensionati, anche se l'Inps di solito, prima di passare a sanzionare chi non adempie, offre tempo per regolarizzare la posizione ed offre uno strumento alternativo con cui rimettersi in regola, cioè la domanda di ricostituzione di pensione.

Resta però il fatto che per gli inadempienti, si può incorrere nella sospensione del pagamento di tutte le prestazioni collegate al modello Red, con evidente riduzione della pensione mensile percepite, o addirittura la sospensione dal pagamento dell'intera prestazione previdenziale.

Quali sono le prestazioni collegate al modello Red?

Come dicevamo, in base ai redditi, a determinati pensionati l'Inps eroga alcune prestazioni aggiuntive e assistenziali, in modo tale da rendere la pensione percepita più degna. Tutte prestazioni temporanee, che vanno confermate annualmente proprio attraverso questo importante adempimento.

Nello specifico si tratta della integrazione al minimo, della pensione di invalidità, della maggiorazione sociale, della pensione sociale, dell'assegno sociale, dell'assegno per il nucleo familiare, della pensione ai superstiti, della quattordicesima e di tutti i casi di incrementi e decrementi per incumulabilità di prestazione pensionistica con gli altri redditi.

Segui la nostra pagina Facebook!