Tra le misure di contenimento per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da Coronavirus [VIDEO] rientra la necessità di rimanere nella propria abitazione al fine di evitare assembramenti e depotenziare così il più grande vettore di contagio.

La tecnologia rappresenta un valido strumento per rendere il tempo a casa sostenibile e produttivo, in quest'ottica va letta l'iniziativa del Ministro per l'Innovazione Tecnologica e la Digitalizzazione Paola Pisano, che in collaborazione con l'Agenzia per l'Italia Digitale ha predisposto tutta una serie di corsi di formazione online facenti parte di un più ampio progetto di 'Solidarietà digitale'.

Coronovirus, i servizi annessi nel progetto Solidarietà digitale

Agli inizi di marzo il programma era attivo solo per le zone più colpite dall'emergenza ma a seguito del Dpcm del 10 marzo, il Ministro Pisano ha esteso il progetto 'Solidarietà digitale' all'intero territorio italiano. L'iniziativa permette gratuitamente a cittadini e imprese, destinatari delle restrizioni da covid-19, di usufruire di servizi ed ulteriori attività formative online che consentono di:

  • lavorare da remoto, con l'utilizzo di sistemi di smart working di ultima generazione;
  • consultare gratuitamente riviste, senza recarsi personalmente in edicola;
  • leggere libri scaricabili in formato pdf;
  • piattaforme e-learning capaci di supportare percorsi scolastici garantendone la continuità didattica.

L'elenco completo dei corsi e servizi è consultabile sul sito ufficiale del progetto.

La piattaforma è in continuo aggiornamento in base al numero di aziende o privati che decideranno di contribuire a ridimensionare le conseguenze sociali oltre che economiche generate dal Coronavirus.

Coronavirus, corsi di lingua inglese con madrelingua e docenti

Il Mid e l'Agid offrono dunque la possibilità di partecipare a dei corsi completamente gratuiti. Le attività formative, elencate all'interno della pagina web del sito del Ministero dedicata al progetto, vengono erogate da aziende, enti o associazioni, quindi non da singole persone o professionisti, e si riferiscono, come già in parte analizzato, ad una svariata gamma di opportunità di apprendimento e lavoro da remoto: da corsi di marketing a piattaforme per sviluppare a distanza la didattica per i propri alunni passando per la possibilità di impiegare software specializzati nello smartworking sino ad arrivare alle tecniche di apprendimento di una lingua straniera l'offerta è molto vasta.

In riferimento a quest'ultima possibilità, si possono trovare diverse tipologie di corso: in base al proprio grado di preparazione sarà possibile accedere a conversazioni in remoto così da offrire a ciascun utente la possibilità di sfruttare l'attuale permanenza a casa per rafforzare e/o migliorare le proprie conoscenze linguistiche. Saranno erogate gratuitamente anche lezioni di lingua inglese e italiano per bambini fino a 11 anni.

La partecipazione include la frequentazione a classi virtuali.

Coronavirus, come partecipare ai corsi di Solidarietà digitale

Per avere accesso alla piattaforma e ai relativi corsi formativi gratuiti, alcuni enti prevedono l'inserimento dei propri dati personali all'interno di un apposito form, in attesa di ricevere tramite mail credenziali di accesso e modalità di partecipazione. Altri enti di formazione, invece, richiedono esclusivamente l'invio di una mail da parte dei partecipanti. Gli indirizzi mail di riferimento e tutte le relative informazioni sono reperibili, come già accennato, sul sito ufficiale del progetto Solidarietà digitale.

Segui la nostra pagina Facebook!