Il decreto Rilancio prevede un sussidio anche per incentivare il settore turistico: si tratta del Bonus vacanze. Il Governo, infatti, ha destinato 5 miliardi alle famiglie ed alle imprese per fronteggiare la crisi legata all'emergenza sanitaria. Il Bonus vacanze vale 2,4 miliardi e, tramite questo incentivo, le famiglie italiane con un Isee inferiore ai 40.000 euro potranno ricevere fino a 500 euro. Si tratta di una tax credit che le famiglie italiane beneficiarie spenderanno per le loro vacanze in strutture designate ad ospitare i turisti.

Le tempistiche per usufruire del Bonus

Il ministro Dario Franceschini ha spiegato che il contributo dovrà essere utilizzato dal 1° luglio al 31 dicembre 2020: "L'80% sarà uno sconto sul corrispettivo dovuto alla struttura - ha spiegato il ministro - l'altro 20% andrà come detrazione dall'imposta sul reddito".

Le strutture attrezzate per accogliere e ospitare i turisti avranno la possibilità di cedere il credito agli istituti di credito, ai propri fornitori privati, o agli intermediari finanziari. Si tratta di provvedimenti attuati al fine di supportare il settore turistico con operazioni di mercato.

Bonus vacanze: chi può richiederlo

Il sussidio vacanze dovrà essere speso in complessi ricettivi italiani (hotel, pensioni, agriturismi, campeggi e bed and breakfast). Si tratta di un credito di imposta indirizzato ad un nucleo familiare con reddito medio-basso che corrisponde ad un Isee fino a 40 mila euro. Il Bonus vacanze è spendibile da una sola persona appartenente al nucleo familiare e può arrivare ad un massimo 500 euro per famiglia.

Il corrispettivo varia anche in base al numero dei componenti della famiglia: 300 per i nuclei familiari al cui interno ci sono soltanto due persone e 150 euro per quelli formati da una persona sola.

La Commissione Europea promuove il turismo mediante il programma 'Sure'

La Commissione europea ha affermato l'intenzione di supportare concretamente il settore turistico in Europa, assicurando liquidità alle aziende turistiche, tramite il programma 'Sure', lo strumento europeo contro la disoccupazione.

Il piano si pone l'obiettivo di fronteggiare l'argomento del mantenimento dei posti di lavoro, dando impulso al turismo in Europa promossa come destinazione turistica sicura.

La Commissione europea ieri, 13 maggio 2020, ha esposto un pacchetto di orientamenti e suggerimenti al fine di sostenere e supportare gli Stati membri nella graduale revoca delle limitazioni di viaggio e permettere alle aziende turistiche, le quali sono ferme ormai da mesi, di riaprire i battenti rispettando tutte le precauzioni sanitarie.

Segui la pagina Offerte Di Lavoro
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!