E’ stato pubblicato un concorso dei Vigili del Fuoco destinato a candidati laureati. Il bando è apparso sulla Gazzetta Ufficiale – IV^ serie speciale Concorsi ed Esami – del 12 maggio 2020 e mette a disposizione 87 posti nella qualifica di vice direttore del ruolo dei direttivi del Corpo nazionale VV.FF. Le domande per questa offerta di lavoro potranno essere inoltrate online a partire dal 13 maggio e fino all’11 giugno 2020.

Requisiti per l’ammissione al concorso Vigili del Fuoco

I requisiti previsti dal bando di concorso dei Vigili del Fuoco prevedono il possesso della cittadinanza italiana, un’età non superiore ai 35 anni, il pieno godimento dei diritti politici, il possesso di un diploma di laurea magistrale in architettura o ingegneria con relativa abilitazione professionale, idoneità fisica, psichica e attitudinale al servizio.

I requisiti dovranno essere posseduti alla data di scadenza per l’invio delle domande.

I posti disponibili sono 87 e sono previste le seguenti riserve, fermo restando il possesso dei requisiti sopra elencati con la sola esclusione del limite di età: venticinque per cento dei posti al personale del Corpo nazionale VV.FF; dieci per cento dei posti al personale volontario del Corpo nazionale VV.FF.; due per cento dei posti agli ufficiali delle forze armate che abbiano terminato la ferma biennale.

Le riserve che non dovessero essere coperte per mancanza di vincitori, saranno assegnate ad altri candidati idonei secondo l’ordine di graduatoria.

Domande e prove di esame per il concorso Vigili del Fuoco

Le domande per partecipare al concorso dei Vigili del Fuoco dovranno essere inviate attraverso l’applicazione disponibile sul sito concorsionline.vigilfuoco.it a partire dal 13 maggio e fino alla scadenza fissata per le ore 24:00 di giovedì 11 giugno 2020.

Per accedere all’applicazione bisognerà essere in possesso del codice SPID personale.

Nel caso in cui le domande di partecipazione superino di venti volte i posti disponibili, le prove di selezione del concorso potranno essere precedute da una prova preselettiva, consistente in quesiti a risposta multipla sulle materie oggetto delle prove di esame.

In base alla graduatoria risultante, saranno ammessi alle successive prove di esame un numero di candidati pari a sei volte i posti a concorso.

Le selezioni vere e proprie saranno basate su due prove scritte e una orale sulle materie elencate nell’allegato al bando di concorso, consultabile sia sulla Gazzetta Ufficiale numero 37 del 12 maggio 2020 che sul sito istituzionale del Corpo dei Vigili del Fuoco.

I candidati che saranno dichiarati vincitori del concorso, in base alla graduatoria finale risultante, agli accertamenti relativi alla verifica dell’idoneità psico-fisica e attitudinale.

Segui la pagina Offerte Di Lavoro
Segui
Segui la pagina Concorsi Pubblici
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!