La Rai seleziona 80 tecnici della produzione che saranno inseriti in azienda con contratto di apprendistato professionalizzante per 36 mesi. Le domande per partecipare alla selezione della Radiotelevisione italiana s.p.a. devono essere presentate entro le ore 12 del 19 giugno 2020 esclusivamente in via telematica, compilando l'apposito form nella sezione 'Lavora con noi' del sito aziendale. I tecnici di produzione si occuperanno della realizzazione, installazione e manutenzione di tutti gli impianti e delle apparecchiature nella disponibilità della Rai e collaboreranno, nella fase di impostazione dei programmi, non solo relativamente all'impiego dei mezzi, ma anche per gli aspetti artistici delle produzioni stesse.

Concorso Rai, i requisiti di partecipazione

La selezione indetta dalla Rai per selezionare tecnici di produzione è rivolta alle persone che hanno tra i 18 e i 29 anni e 364 giorni. Inoltre, per poter partecipare si deve essere in possesso di uno dei seguenti diplomi quinquennali di scuola media secondaria superiore: istituto tecnico settore tecnologico, istituto tecnico industriale, istituto professionale industria e artigianato, istituto professionale manutenzione e assistenza tecnica, istituto professionale industria e artigianato per il made in Italy, istituto professionale servizi culturali e di spettacolo, liceo scientifico. I candidati, inoltre, dovranno essere in possesso della patente di guida "B".

Considerata l'emergenza sanitaria in corso [VIDEO], la procedura selettiva verrà svolta esclusivamente in modalità a distanza. La Rai richiede una strumentazione adeguata per sostenere la prova: pc, smartphone o tablet e connettività ad Internet saranno testati prima della prova d'esame. Infine, per la prova selettiva sarà necessario scaricare una App.

Le materie d'esame per il concorso Rai

La prima prova, che potrebbe esserci già a luglio, consiste in un test a risposta multipla. Saranno testate cultura generale, conoscenze specifiche richieste dal ruolo quali elettronica, elettrotecnica, informatica, tecniche di produzione radiofonica e televisiva, teorie e tecniche del linguaggio radiotelevisivo, ottica, audio, montaggio, grafica e conoscenza della lingua inglese.

Successivamente gli idonei verranno sottoposti a colloquio tecnico e colloquio conoscitivo-motivazionale.

Rai, i posti disponibili regione per regione

Le graduatorie, che avranno una durata di due anni, saranno formate a livello regionale, infatti nella domanda di partecipazione ogni candidato deve indicare la Regione per la quale intende concorrere.

Posti disponibili in 15 Regioni: Basilicata (4), Calabria (2), Campania (3), Friuli Venezia Giulia (1), Lazio (35), Liguria (2), Lombardia (14), Marche (1), Molise (3), Piemonte (2), Sardegna (1), Sicilia (2), Trentino (1), Valle d'Aosta (4), Veneto (5). La retribuzione annua sarà inizialmente di circa 22.800 euro e poi di circa 25.500 euro allo scadere dei 36 mesi.

Segui la pagina Concorsi Pubblici
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!