Stanno per scadere i termini per l'invio della domanda di partecipazione alle selezioni di Banca d'Italia per 105 assunzioni. In particolare l'istituto di credito assumerà con contratto a tempo indeterminato 40 diplomati e 65 laureati. La data di scadenza per candidarsi, inizialmente fissata al 7 aprile, è stata poi prorogata al 18 giugno 2020.

I posti disponibili per i diplomati e i requisiti generali

Il bando di concorso per diplomati riguarda 40 posti nel ruolo di vice-assistente amministrativo. Per accedere alla selezione i candidati dovranno essere in possesso del diploma nella scuola secondaria di secondo grado, mentre i requisiti generali inerenti a tutti i candidati in Banca d'Italia sono:

  • maggiore età.
  • cittadinanza italiana o di uno stato membro dell'Ue.
  • assenza di cause di impedimento ai fini del godimento dei diritti civili e politici.
  • assenza di atti risolutivi riguardanti precedenti rapporti lavorativi, eventualmente sanciti con pubbliche amministrazioni.
  • idoneità fisica.

Concorso Banca d'Italia: le opportunità per i laureati

Le selezioni per i laureati riguardano i seguenti posti per i seguenti ruoli professionali:

  • 25 assistenti con competenze nel campo Information and communication technologies (Ict): i candidati saranno ammessi al concorso se in possesso di un diploma di laurea di tre anni in statistica oppure scienze matematiche oppure scienze e tecnologie informatiche oppure ingegneria dell'informazione oppure scienze e tecnologie fisiche.
  • 20 assistenti amministrativi con orientamento nelle discipline statistiche: anche in questo caso come requisito di partecipazione si richiede una triennale in statistica oppure scienze e tecnologie fisiche oppure scienze matematiche oppure ingegneria dell'informazione.
  • 10 assistenti amministrativi con orientamento nelle discipline economiche: gli aspiranti dovranno aver conseguito un diploma di laurea (di almeno tre anni) in scienze economiche oppure in scienze dell'economia e della gestione aziendale;
  • 10 assistenti amministrativi con orientamento nelle discipline giuridiche: i candidati dovranno dimostrare di essere in possesso di un diploma di laurea in scienze politiche e delle relazioni internazionali oppure in scienze dei servizi giuridici oppure in scienze dell'amministrazione e dell'organizzazione.

Banca d'Italia: prove e domanda

Gli aspiranti dovranno sostenere una eventuale prova pre-selettiva, una prova scritta, la quale sarà espletata attraverso cento quesiti a risposta multipla e un colloquio orale.

La domanda di candidatura deve essere inoltrata telematica sul sito ufficiale di Banca d'Italia.

Segui la pagina Offerte Di Lavoro
Segui
Segui la pagina Concorsi Pubblici
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!