Dai primi giorni di luglio 2020 i docenti e il personale ATA con contratto a tempo indeterminato o supplenza al 31 agosto, possono visualizzare sul sito ministeriale NoiPA, l’importo del proprio stipendio riferito al mese di luglio. La grande novità è la presenza del taglio del cuneo fiscale così come previsto dalla legge di Bilancio 2019, che dovrebbe portare ad un aumento dello stipendio fino a 100 euro in più rispetto al passato.

Cedolino di luglio 2020: l'importo dello stipendio è già visibile su NoiPa

Accedendo nella sezione 'Consultazione pagamenti' della propria area personale del sito NoiPa, tutti i docenti ed il personale Ata interessato, potranno vedere il proprio cedolino di luglio 2020 e la somma del proprio stipendio che sarà esigibile a partire dal giorno 23 del mese.

Si ricorda che questa operazione consente la sola visualizzazione dell'importo del proprio stipendio, mentre per poter consultare i dettagli del come esso è stato calcolato, sarà necessario attendere il caricamento del cedolino sulla piattaforma NoiPa che avverrà intorno alla metà del mese di luglio.

Taglio del cuneo fiscale: stipendio di luglio 2020 più alto

Con la legge di Bilancio 2019 è stato stabilito che a partire da luglio 2020, circa 16 milioni di lavoratori italiani avranno un aumento dello stipendio netto fino a circa 100 euro in più. Tale incremento dello stipendio, sarà già visibile su NoiPa a partire da luglio 2020, anche se non è un vero e proprio aumento del proprio guadagno e non interessa tutte le fasce di lavoratori.

Quello che il governo ha stabilito nei mesi scorsi è un taglio del cuneo fiscale, dove per esso si intende l’insieme delle varie imposte che pesano sul costo del lavoro dei datori di lavoro, dei dipendenti e dei liberi professioni. A seguito, dunque, della Legge di conversione del decreto n. 3/2020 l'importo lordo percepito sarà sempre uguale, ma essendo minori le tasse da pagare, si avrà un aumento dello stipendio netto.

Per tutti coloro che hanno un reddito annuo lordo pari o inferiore a 28mila euro è previsto un aumento di 100 euro netti mensili, coloro che hanno un reddito dai 28mila ai 40mila euro è previsto, invece, un aumento netto che potrà variare dai 97 euro mensili fino a pian piano azzerarsi all'aumento del reddito.

La riduzione del cuneo fiscale sostituisce il 'bonus Renzi'

I vari docenti e amministrati Ata che in questi giorni hanno già visualizzato il proprio stipendio di luglio 2020 su NoiPa, molto spesso, non hanno trovato significative variazioni delle somme che gli saranno accreditate a fine mese, questo dipende da diversi fattori.

In particolar modo la differenza rispetto al mese di giugno sembra essere minima perché il taglio del cuneo fiscale fiscale sostituisce il vecchio "bonus Renzi", per cui se prima si usufruiva di questi 80 euro, a luglio si percepiranno "solamente" circa 20 euro netti in più rispetto al passato. Si ricorda, inoltre, che dal mese di marzo fino a novembre il proprio stipendio è tassato anche con le trattenute regionali e comunali che sono rimaste invariate.

Segui la nostra pagina Facebook!