Nella Gazzetta ufficiale n. 3 del 12 gennaio 2021 è stato pubblicato un bando concorso al Ministero della difesa per il reclutamento di 800 volontari VFP1. Si tratta di uno degli imponenti concorsi Forze armate 2021 già annunciati negli scorsi mesi. Tale selezione pubblica si aggiunge al concorso in Polizia di Stato per 1000 vice ispettori e al bando della Guardia di Finanza per 571 allievi finanzieri con scadenza 29 gennaio. C'è tempo fino all'11 febbraio per partecipare al concorso per volontari nell’Aeronautica militare.

Concorso 800 VFP1 Aeronautica: i posti e requisiti

Sono previsti 4 incorporamenti:

  • 1° incorporamento: nel mese di luglio, per i primi 200 candidati idonei classificati nella graduatoria di merito;
  • 2° incorporamento ad agosto, per i secondi 200 concorrenti idonei;
  • 3° incorporamento ad ottobre, per i successivi 200 candidati idonei;
  • 4° incorporamento a gennaio 2022, per gli ultimo 200 candidati idonei

Per inviare la domanda bisogna essere in possesso dei seguenti requisiti: aver compiuto il 18° anno di età e non aver superato i 25 anni, aver conseguito il diploma di istruzione secondaria di primo grado (licenza media).

Attraverso il portale del Ministero della Difesa, i candidati potranno presentare domanda di partecipazione al reclutamento. I candidati dovranno però essere in possesso di SPID ovvero carta d'identità elettronica (CIE), carta nazionale dei servizi (CNS).

Iter della selezione: dalla valutazione di titoli alle prove

Dopo l'inoltro delle domande, si procederà alla valutazione dei titoli di merito da parte della Direzione Generale per il Personale Militare (DGPM). Successivamente sarà pubblicata una prima graduatoria. Si procederà così alla convocazione dei primi 3700 candidati, che saranno sottoposti ad accertamenti psico-fisici presso la SVAM, ovvero la Scuola Volontari Aeronautica Militare. Dopo l'espletamento delle prove di efficienza fisica e degli accertamenti verrà formata una graduatoria di merito definitiva.

I candidati risultati idonei saranno convocati presso la SVAM, per la frequenza del corso di formazione di base per VFP 1 di un anno. Durante tale periodo è previsto uno stipendio di circa 900 euro mensili. Il mancato superamento del corso basico di formazione, salvo i casi di infermità dipendente da causa di servizio, comporta il proscioglimento dalla ferma da parte della DGPM.

I VFP1, durante il periodo di ferma, possono conseguire il grado di Caporale, Aviere Scelto o Comune. Al termine della ferma possono concorrere come unici destinatari, al concorso per VFP 4. Quanto alle possibilità di carriera, i VFP1 hanno generalmente delle riserve di posti all’interno dei concorsi nell’Arma dei Carabinieri, nella Polizia di Stato, nella Polizia Penitenziaria, in Guardia di Finanza.

Segui la pagina Concorsi Pubblici
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!