Entro la giornata di oggi dovrebbe essere approvato in Consiglio dei Ministri il Decreto Sostegni, contenente le misure di natura economica previste dal Governo per sostenere le categorie di lavoratori maggiormente colpite dalla grave crisi socio - economica e sanitaria causata dalla diffusione della Covid 19.

Tra questa categorie è possibile conteggiare anche quella dei lavoratori del mondo dello sport, che ormai dallo scorso autunno si trovano nell'impossibilità di lavorare a causa della necessaria chiusura delle strutture sportive. In favore dei collaboratori sportivi è stato rinnovato il bonus previsto anche nei decreti precedenti; tuttavia, sembrerebbe che con l'attuale decreto cambieranno le modalità di assegnazione: se nei mesi scorsi, infatti, era stata prevista un'indennità uguale per tutti i collaboratori sportivi, con il Decreto Sostegni pare che saranno introdotte tre differenti fasce di aiuto.

Tre differenti fasce di aiuto per i collaboratori sportivi

Come accennato precedentemente, con i decreti precedenti, i collaboratori sportivi hanno potuto usufruire di contributi pari a 600 euro per i mesi di marzo, aprile, maggio e giugno e di 800 euro euro per i mesi di novembre e dicembre.

Con il Decreto Sostegni, in approvazione nella giornata odierna, invece, saranno introdotte tre differenti fasce di aiuto che faranno riferimento al reddito percepito dal collaboratore durante il 2019. La scelta nasce dalla necessità di offrire una misura più equa, supportando maggiormente coloro che effettivamente vivono solo di sport. A tal proposito, quindi, sarà erogato un contributo differente a seconda di quanto si è guadagnato nel 2019:

  • coloro che hanno percepito meno di 4000 euro annui riceveranno un contributo di 1200 euro;
  • coloro che hanno percepito tra i 4000 e i 10.000 euro riceveranno un contributo di 2400 euro;
  • coloro che hanno percepito sopra i 10.000 euro riceveranno un contributo di 3600 euro.

Modalità di erogazione del bonus

Potranno beneficiare delle indennità tutti i collaboratori sportivi che hanno dovuto interrompere o ridurre la propria attività lavorativa a causa della crisi epidemiologica e che possedevano una collaborazione con il Comitato Olimpico o Paraolimpico, federazioni sportive nazionali, società e associazioni sportive non agonistiche.

Come avvenuto nei mesi precedenti, anche in questo caso il bonus dovrebbe essere erogato in automatico a tutti coloro che ne hanno già beneficiato nel 2020, senza bisogno di ripresentare una nuova domanda a Sport e Salute. I nuovi collaboratori, invece, dovrebbero poter presentare una nuova domanda nel periodo tra il primo e il 15 aprile.

Le misure adottate con il Decreto Sostegni saranno illustrate in una conferenza stampa prevista per questo pomeriggio.

Segui la pagina Affari E Finanza
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!