Secondo quanto si evince da fonti provenienti dal Ministero dell'Economia e delle Finanze, venerdì 19 marzo dovrebbe tenersi il Consiglio dei Ministri per l'approvazione del "Decreto Sostegno", contenente le misure di sostegno economico previste in favore di determinate categorie di lavoratori, particolarmente colpite dalle pesanti conseguenze causate dalla diffusione del Covid 19.

Tra le misure di sostegno previste vi sono anche le indennità in favore dei collaboratori sportivi che, ormai da mesi, si trovano nell'impossibilità di lavorare a causa della chiusura di piscine, palestre e impianti sportivi.

Bonus per i collaboratori sportivi: la posizione di Draghi

Secondo quanto anticipato a suo tempo dall'ex Ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, lo scorso Governo aveva intenzione di approvare in favore dei collaboratori del mondo sportivo, un bonus forfettario che coprisse il periodo di chiusura da gennaio al 5 marzo.

A tal proposito, sebbene non vi sia ancora stata l'approvazione del decreto relativo, il Premier Draghi ha spiegato che non muterà la sostanza delle misure ipotizzate dall'esecutivo precedente, ma che probabilmente sarà necessario un nuovo scostamento di bilancio per riuscire a coprire tutte le categorie che necessitano di sostegno economico, tra le quali è compresa anche quella dei collaboratori sportivi.

Non si conosce ancora l'entità del bonus: per poter sapere con certezza se saranno confermate le indennità da 800 euro oppure se sarà concessa un'indennità maggiore, si dovrà attendere l'approvazione del Consiglio dei Ministri.

I possibili beneficiari del bonus e le modalità di erogazione

Se dovessero essere riconfermati i requisiti previsti anche per i bonus assegnati nei mesi prevedenti, potranno beneficiare delle indennità tutti i collaboratori del mondo dello sport che, in conseguenza della diffusione della pandemia, abbiano dovuto cessare, ridurre o sospendere la propria attività.

Per beneficiare del contributo è necessario che il soggetto interessato abbia un rapporto con il Comitato Olimpico Nazionale, Comitato Paralimpico, Federazioni Sportive Nazionali, Federazioni Sportive Paralimpiche, Associazioni Sportive riconosciute dal Coni, società e associazioni sportive dilettantistiche.

Non si conoscono ancora le modalità di erogazione delle future indennità, sebbene sia ipotizzabile che possa essere utilizzato il meccanismo dell'erogazione automatica per chi avesse già beneficiato dei bonus precedenti, come avvenuto già negli scorsi mesi; a tal proposito si è pronunciata anche Sport e Salute: sommersa da richieste in merito, la società ha dichiarato che attualmente non vi sono aggiornamenti sui bonus, ma che non esiteranno a comunicarlo nel momento in cui dovessero esserci delle novità.

Segui la pagina Affari E Finanza
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!