Parte con numeri molto soddisfacenti sia in campo che sugli spalti la stagione del Lecce. Infatti, la squadra giallorossa è riuscita a vincere quattro partite su quattro in questo avvio di campionato: attualmente è a 12 punti, insieme al Foggia. Ma non solo: Anche sugli spalti i risultati restano incredibili: 11.993 tifosi al "Via del mare" per Lecce- Akragas, 11.751 per Lecce- Catanzaro. Si è discusso molto di questi numeri e in tanto hanno parlato del fatto che gli incassi del Lecce però, a causa dell'abbassamento dei prezzi, non siano eccezionali. In realtà, anche quell'aspetto è ampiamente soddisfacente. Lo si capisce chiaramente paragonando i dati della voce "incassi" di questo avvio di stagione con quelli degli altri campionati.

Più incassi per il Lecce

Nelle due partite contro Akragas e Catanzaro, il Lecce ha incassato, tra paganti ed abbonati, una somma di ben 115.500 euro. Un numero esorbitante che nessun'altra squadra di Lega Pro ha raggiunto in sole due gare: il Parma è secondo, ma è fermo a circa 114.000 euro. La filosofia della società, di abbassare i prezzi e venire incontro ai tifosi, si rivela vincente, quindi, ancora una volta. Tanto per avere un termine di paragone, l'incasso ai botteghini dell'intera stagione calcistica due anni fa (quando le gare in casa erano 19; come quest'anno), fu di 500.000 euro. Una media, quindi, di  26.315 euro. Lo scorso anno, si attestò attorno ai 45.000 euro a partita. Quest'anno la media di incassi a partita è finora ben al di sopra degli altri anni: ben 57.570 euro.

I migliori video del giorno

Ovvio che si è ancora all'inizio, ma con questi numeri il Lecce potrebbe raggiungere non solo spettatori, ma anche incassi mai visti in Lega Pro. La società giallorossa, in prospettiva, se continuasse con questo ritmo di incassi, potrebbe ampiamente superare il milione di euro totale a fine anno. Praticamente più del doppio degli incassi dell'epoca Tesoro e molto di più delle altre società di Lega Pro. Questo può far ben sperare anche i tifosi salentini: più incassi significa anche più possibilità di investimento. Insomma, la società salentina continua a sorprendere: non soltanto ha riempito lo stadio come i vecchi tempi abbassando i prezzi, ma ha anche aumentato gli incassi medi a partita.