Il Calciomercato di Lega Pro [VIDEO] è chiuso, ma i direttori sportivi sono sempre attenti [VIDEO] alle occasioni che possono presentarsi, anche in ottica futura. In questo senso, sta lavorando la Reggiana che, come riportato da tuttolegapro.com, per la prossima stagione ha pensato a Luca Lulli, centrocampista della Sambenedettese, classe '91. Il classe '91 nativo di Atri e scuola Pescara, è finito da qualche tempo sul taccuino della Reggiana e in stagione ha collezionato ben 25 presenze siglando 2 reti. Lulli è un centrocampista difensivo, ex Pescara, Catania, Como, Paganese, Teramo, Savona e Gavorrano. E' ufficiale intanto la rescissione del centrocampista Ballardini con la Lucchese.

La stessa Sambenedettese, poi, ha messo nel mirino l'attaccante del Melfi, Alessandro De Vena. La punta lucana è in scadenza di contratto e in estate potrebbe essere acquistato a parametro zero. De Vena ha una buona esperienza nel campionato di Lega Pro, avendoci giocato con Fidelis Andria, Santarcangelo, Aversa Normanna, Viareggio e Triestina. Nella vecchia serie C2 giocò invece con la maglia del Messina. In tutto De Vena ha un bottino di 34 reti realizzate tra i professionisti in 152 presenze. La sua migliore stagione in campionato è stata nel 2014- 2015 quando con la maglia dell'Aversa Normanna siglò 11 reti in 32 gare.

Stessa situazione di scadenza di contratto per il difensore Edoardo Blondett del Cosenza. Anche in questo caso, è la Sambenedettese ad essere interessata secondo le voci di mercato.

Il Cosenza rischia di perdere uno dei suoi migliori difensori a parametro zero.

Caso Matera: nessuna rescissione

Nei giorni scorsi si è creato un vero e proprio polverone attorno alla vicenda che voleva ben 5 calciatori in procinto di chiedere la rescissione alla società. I calciatori indicati erano: Gianmarco Ingrosso, Ciro De Franco e Giuseppe Mattera, oltre che dei centrocampisti Marco Armellino e Gaetano Iannini. La notizia è stata riportata da vari siti web e ha creato stupore tra i tifosi della squadra lucana, ma nel giro di poche ore è stata smentita e i calciatori assieme al mister Auteri hanno parlato di falsità.