Il produttore Americano di auto elettriche Tesla si è prefisso alcuni obiettivi veramente impegnativi durante il suo primo anno di attività in Cina, al fine di usufruire degli incentivi statali e poter sfruttare la sua immagine prendendosi così rapidamente una grande quota di mercato. Il suo obiettivo ambizioso per quest'anno è rappresentato dal raggiungimento di vendita di circa i tre quarti di tutti i veicoli elettrici venduti in Cina nel 2012.

La leva che permetterà di soddisfare il nuovo obiettivo, è senz'altro l'immagine di un marchio di lusso, poiché la maggior parte delle persone che acquisterà veicoli elettrici in Cina probabilmente lo farà più per un motivo di tendenze che per usufruire di eventuali incentivi statali o per il desiderio di salvare l'ambiente.

Tesla (presente nel mercato cinese sin dalla fine dell'anno scorso) nel mese di gennaio si è trovata al centro di una causa per una disputa sul marchio, dopo che una società locale aveva registrato la versione cinese del suo nome.

L'azienda rende noto che la controversia è stata risolta, il che dovrebbe spianare la strada all'offerta delle sue vetture con entrambi i  nomi in cinese e inglese e seppure la proprietà del marchio cinese avesse fatto una richiesta di 30 milioni di dollari per l'utilizzo del nome.

Pechino lo scorso anno ha annunciato lo stanziamento di nuovi incentivi per cercare di vendere più auto elettrich , dando agli acquirenti circa 10.000 dollari in sussidi per ogni vettura .

Ma il prezzo è solo uno degli ostacoli che impediscono a tali autovetture di guadagnare trazione nel mercato. Altri fattori sono la disponibilità di stazioni di ricarica e l'affidabilità a causa della inesperienza delle case automobilistiche cinesi. Pechino ha stabilito l'obiettivo di avere 500.000 veicoli elettrici e veicoli ibridi sulle sue strade entro il 2015, e 5 milioni entro il 2020 .

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto