Il Ministro dello Sviluppo Economico ha dato il via libera, dal 6 Maggio 2014, agli incentivi sui veicoli ecologici prevedendo sconti fino a 5000 Euro.

Nuovi incentivi, le categorie dei veicoli coinvolte nell'iniziativa

Gli incentivi riguarderanno ciclomotori e motocicli a due o tre ruote, quadricicli, auto e veicoli commerciali. Sono escluse, invece, le biciclette a pedalata assistita ma anche le auto a Km 0 in quanto il veicolo risulta già immatricolato.

Nella lista delle auto che potranno beneficiare di questa misura sono incluse anche auto a Gpl e a Metano: infatti la classificazione dei veicoli non è stata effettuata sulla base della tecnologia utilizzata ma sulla quantità di emissioni di anidride carbonica che non devono superare, rispettivamente, i 120, 95 e 50 g/Km.

Nuovi incentivi: come verranno rilasciati?

Esso si compone di due parti: il contributo dello Stato e quello che dovrà essere emesso dalle case automobilistiche.

C'è un'importante precisazione da fare: il venditore non deve obbligatoriamente aderire all'iniziativa. Dal 6 Maggio in poi i venditori si potranno registrare nell'apposita area prevista dal ministero e prenotare i contributi per usufruire degli sconti da poter rigirare successivamente al cliente. I fondi previsti che sono circa 60 milioni di Euro.

Nuovi incentivi: il modo in cui sono ripartiti i fondi

  • il 15% è destinato per l'acquisto di veicoli con emissioni di anidride carbonica non superiori a 50 g/Km.
  • il 35% per l'acquisto di veicoli con emissioni anidride carbonica che non oltrepassino i 95 g/Km.
  • il rimanente 50% per l'acquisto di veicoli destinati ad attività commerciali con emissioni di CO2 che non oltrepassino i 120 g/Km; in quest'ultimo caso è obbligatoria la rottamazione di un corrispondente veicolo ormai obsoleto.
Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto