Arrivano interessanti novità dal mondo di Alfa Romeo. Quest'oggi tutte le attenzioni si spostano su quelle che sono state le dichiarazioni del numero di FIAT Chrsyler Automobiles, ci riferiamo ovviamente all'amministratore delegato Sergio Marchionne. L'Ad di FCA infatti ha fatto delle importanti dichiarazioni circa la nuova vettura di Alfa Romeo, che verrà ufficialmente mostrata per la prima volta il prossimo 24 giugno presso il museo di Arese. Infatti a margine della giornata di lavoro relativa al Consiglio per le relazioni Italia/Usa, Marchionne parlando della Giulia ha detto che questa avrà il compito fondamentale di rilanciare lo stabilimento di Cassino che per la casa automobilistica italiana è davvero fondamentale.

Il rilancio di Cassino passa dalla Giulia

Ricordiamo che la nuova berlina, il cui primo esemplare è stato realizzato proprio a Cassino alcune settimane fa, verrà messa in commercio in Europa nei primissimi mesi del 2016. La sua produzione invece avrà inizio il prossimo autunno, nei rinnovati stabilimenti laziali che per l'occasione sono stati rinnovati e adeguati alle migliori tecnologie esistenti nel settore. Sul progetto FCA ha investito moltissimo, si parla di circa un miliardo di euro. Tutti soldi che fanno parte di un preciso piano di sviluppo, che vede Fiat Chrysler pienamente concentrata allo scopo di rilanciare Alfa Romeo nel firmamento mondiale dell'automobilismo.

L'obiettivo infatti è quello di un rilancio in grande stile, con una serie di nuove vetture, 8 in totale che da qui al 2018 dovrebbero portare la storica casa automobilistica del biscione a primeggiare nel segmento "Premium" del mercato auto.

Questo in parole povere sbaragliando letteralmente la concorrenza delle case automobilistiche tedesche quali Audi, Bmw e Mercedes. La Giulia quindi, il cui nome giusto ieri è stato quasi confermato da Sergio Marchionne, dovrebbe essere solo l'antipasto di quella che da appassionati e addetti ai lavori viene considerata come una vera e propria rivoluzione.

Segui la nostra pagina Facebook!