Succede in una città a pochi km da Napoli, precisamente a Casoria. Sette famiglie con tanto di bambini a seguito vengono messe in strada, colpevoli di non avere purtroppo la possibilità economica per trovare dove poter alloggiare altrove. Si registra l'ennesimo caso di famiglie italiane messe in strada per problemi burocratici dovuti al ripristino di un palazzo inagibile.

La vicenda di Casoria

Succede la sera del 15 gennaio 2016, una palazzina sita presso la via Nuova Padre Ludovico a Casoria (NA) improvvisamente, probabilmente a causa del maltempo,s'inclina di pochi millimetri facendo pensare al peggio,immediatamente intervengono Vigili del Fuoco e Polizia Municipale del posto per mettere la situazione fuori pericolo e portare al sicuro i residenti della zona.

Pubblicità

Il palazzo viene dichiarato inagibile e 7 famiglie vengono sfollate per essere ospitate presso un albergo di Casoria, in attesa che le autorità competenti facciano i controlli del caso e che la palazzina venga messa in sicurezza, riparando gli eventuali danni subiti.

Italiani in strada

Per le famiglie sfollate dopo il danno arriva la beffa: i proprietari delle rispettive abitazioni dove le famiglie si trovavano in affitto, a quanto pare, non hanno rispettato quanto disposto dal Comune ed infatti quest'ultimo ha disposto lo sfratto dall'albergo dove sono attualmente ospitati, entro 5 giorni dalla data del 25 Febbraio 2016, mettendo in strada per probabili motivi burocratici 7 famiglie con tanto di bambini a seguito.

Si tratta dell'ennesimo caso che vede discriminate famiglie italiane che si trovano in difficoltà per cause di forza maggiore. Ora le famiglie sfrattate sono disperate poiché si ritrovano senza dimora e senza le possibilità economiche per affittare o per potersi spostare in un'altra abitazione. Queste persone stanno cercando e chiedendo aiuto alle autorità politiche, aldilà che siano di destra o di sinistra, facendo appello al buon senso ed al diritto di "umanità" che ogni cittadino dovrebbe avere, anche perché nonostante lo Stato abbia messo a disposizioni varie agevolazioni per famiglie in difficoltà, ritroviamo ancora casi come questo a cui non si riesce a dare un aiuto.

Pubblicità