I beneficiari del reddito minimo garantito sono tutti gli individui (disoccupati, inattivi, parzialmente occupati) che non superano i 7200 euro annui. Devono essere residenti  sul territorio nazionale da almeno 24 mesi e devo essere iscritti presso le liste di collocamento dei Centri per l'Impiego.

L'ammontare individuale del beneficio del RMG e` di 7200 euro annui, pari a 600 euro mensili, tale misura deve essere rivalutata in base al numero dei componenti del nucleo familiare.

Vi sarà la sospensione o la decadenza del RMG qualora il beneficiario dichiari il falso al memento della richiesta; venga assunto con contratto di lavoro a tempo indeterminato; al compimento dei 65 anni di eta`; e quando il beneficiario rifiuti una proposta congrua di impiego dopo il riconoscimento delle sue competenze formali ed informali.

Inoltre, per far fronte ai problemi di copertura finanziaria, viene proposto di effettuare una riforma degli ammortizzatori sociali in modo da introdurre un sussidio unico di disoccupaziome esteso a tutte le categorie a prescindere dall'anzianità contributiva o dalla tipologia contrattuale.

Il reddito minimo garantito ha lo scopo di contrastare il rischio di marginalità e indigenza, garantire la dignità delle persone e favorire la cittadinanza attraverso un sostegno economico.

La suddetta istituzione di welfare state è vigente in tutti i paesi dell'Unione Europea ad eccezione di Italia, Grecia ed Ungheria. Questa iniziativa coglie al balzo la diffusa pratica di adeguarci alle norme più efficaci presenti negli altri stati europei, e dato che viene presa costantemente a modello la Germania è doveroso ricordare che nel paese tedesco, una donna tedesca disoccupata, sola, con tre figli e un affitto di 500 euro, riceve dallo Stato 1850 euro al mese. 

Segui la nostra pagina Facebook!