La terza puntata di Game of Thrones 8 ha messo fine alla Lunga Notte, ma per un bene superiore Daenerys ora si ritrova con l'esercito dimezzato ed in netta inferiorità nell'attesa contesa finale contro Cersei Lannister. La vicenda degli Estranei ci è stata dipinta a lungo come la più importante storyline dello show HBO, ma alla fine la verità è che la serie si chiama Game of Thrones quindi la vera ultima guerra deve ancora avvenire.

Il quarto episodio andato in onda stanotte segna un ritorno al vecchio show dove gli intrighi politici e i dialoghi la facevano da padroni. La penna di Bryan Cogman si conferma una delle più brillanti, così come la regia di David Nutter che in passato ebbe anche l'onore di dirigere l'episodio delle Nozze Rosse.

Il bagno di sangue in questo quarto appuntamento con la stagione finale di Game of Thrones è sicuramente meno ampio di quanto visto nella leggendaria 3x09, ma sicuramente ugualmente devastante: Daenerys ha perso un altro drago e la sua consigliera, ma la cosa più grave sembra aver perso la lucidità e pronta a cedere alla follia pur di eliminare Cersei Lannister.

Jon Snow nel frattempo è sempre altalenante, un po' come Tyrion Lannister ormai la controfigura di se stesso. Il vero grande sviluppo lo ha Sansa Stark, ormai una vera e propria Lady di Grande Inverno. Momenti di gioia e amarezza invece per Jaime Lannister e Brienne, ma andiamo nel dettaglio a scoprire i nostri top e flop della puntata.

I Top della 8x04 di Game of Thrones

Euron Greyjoy, Voto 9 - Uno dei personaggi più folli che in questa puntata diventa degno del miglior Ramsay Bolton.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Il Trono Di Spade

La sua presenza scenica è sempre incredibile, come le sue perfette strategie militari che ne fanno il sovrano dei mari. È già la seconda volta che fa a pezzi la flotta di Daenerys Targaryen, ma stavolta grazie alla balestra di Qyburn riesce addirittura ad uccidere un drago. La sua venerazione per Cersei e la possibilità concreta di diventare Re e poi padre dell'erede dei Sette Regni che crede suo figlio lo rendono la vera mina vagante nella guerra tra le due regine, anche se nel toto morti probabilmente sarà il prossimo a lasciarci la pelle tra i big.

Sansa Stark, Voto 8 - La Lady di Grande Inverno è ormai diventata una delle pedine più importanti nella scacchiera di Game of Thrones, ma con la pulce nell'orecchio messa a Tyrion sulle vere origini di Jon Snow mette in moto un nuovo capitolo del gioco per Il Trono di Spade. Le sue trame sono volte alla sola ed esclusiva sopravvivenza per il Nord, ma dimostra che con il suo acume e la sua scaltrezza sarebbe forse una sovrana migliore sia di Daenerys che di Cersei.

Lord Varys, Voto 7 - L'unico dei consiglieri della regina che comprende la complessità di quanto sta accadendo in Game of Thrones. La situazione dinastica di casa Targaryen stravolta da Jon Snow potrebbe pesare moltissimo sul futuro del reame, che Lord Varys ha da sempre in mente come la cosa veramente importante. Il Ragno Tessitore ha servito molti sovrani, tradendoli tutti quando ce n'è stato bisogno per il bene del regno ed è pronto a farlo ancora perché forse vede prima di tutti che Daenerys è ormai irrimediabilmente diretta verso la pazzia.

Il matrimonio con Jon Snow è la soluzione, ma riuscirà davvero l'amore ad andare oltre le divergenze emerse in modo così prorompente nella puntata odierna?

I Flop della 8x04 di Game of Thrones

Daenerys Targaryen, Voto 6 - Ormai la madre dei draghi è diventata la madre del drago, pronta a compiere l’ultimo passo verso la pazzia. In modo assurdo cade in un’imboscata senza neppure controllare la zona dall’alto perdendo così un drago. Poi è una miracolata perché invece di aggirare le navi punta le balestre che la mancano per un soffio. La sua sceneggiata con Jon Snow poi è assurda per una che si professa distruttrice di catene, la sua paura di perdere il trono la porterà a perdere amore e ragione. Rischia una pesante involuzione.

Tyrion Lannister, Voto 5 - Il folletto sembra diventato la caricatura di se stesso. Questa non è una bocciatura all’immenso talento di Peter Dinklage, ma all’ingenuità che ha portato una delle menti più brillanti dei Sette Regni a compiere ormai sempre le scelte sbagliate. Il fallimento e l’ormai imminente follia di Daenerys sono colpa del suo consigliere più fedele. Prova un tentativo disperato con Cersei Lannister, ma il sorriso folle della sorella è la prova che con i pazzi non si può ragionare e per debellare la follia a volte l’unica soluzione è il fuoco.

Jon Snow, Voto 5 - Il discorso iniziale di Jon Snow al funerale dei caduti di Grande Inverno è toccante e adeguato al personaggio, la sua reazione davanti a Daenerys anche. La scelta di viaggiare con Davos invece che con Rhaegal gli ha salvato la vita, ma ha dimostrato ancora una volta tutti i suoi limiti. Non propone alla sua amata Daenerys un matrimonio che sistemerebbe la situazione per i Sette Regni, anche perché sarà anche sua zia ma neppure lo sapeva alla fine e deve entrare nell’ottica di essere un Targaryen. La cosa peggiore della puntata è però l’addio a Ghost, freddo e distaccato in modo vergognoso.

Jaime Lannister, Voto 5 - Lo sviluppo di Jaime Lannister lo porta a portare per la prima volta in vita sua sentimenti sani. Un amore sano e razionale verso una donna che non lo ha conquistato con la bellezza, ma con il cuore e il carattere. La felicità però è limitata ed emerge nuovamente il lato oscuro che lo porta a mandare all’aria uno degli sviluppi migliori per correre da Cersei. Sarebbe bello però se, una volta visto il vero volto folle della regina e il suo intendersi con Euron, decidesse di toglierle la vita.

L’appuntamento con Game of Thrones 8 è per la prossima settimana, con quello che Emilia Clarke ha definito l’episodio più grande di sempre.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto