Nemmeno le parole di Papa Francesco, almeno per il momento, riescono a far cambiare idea al Governo Renzi sui ddl per amnistia e indulto al vaglio della commissione Giustizia del Senato. I provvedimenti straordinari di clemenza generale ad efficacia retroattiva sono di competenza parlamentare quindi non è il governo a dovere prendere in questo senso l'iniziativa, ma è chiaro che la posizione dell'esecutivo influenza ogni decisione sulla vicenda. Da Palazzo Chigi e da via Arenula non arrivano certo notizie rassicuranti per i detenuti che sperano di essere liberati nell'anno del Giubileo Straordinario come auspicato dal Pontefice.

Pubblicità
Pubblicità

Giustizia, Orlando: non servono amnistia e indulto ma interventi strutturali

"Nel 2007 - ha detto il ministro della Giustizia - facemmo un indulto. I detenuti - ha raccontato ieri Andrea Orlando alla Festa del Pd di Padova - scesero a 35mila e nell'arco di 3 anni tornarono di nuovo a 70mila. Questo dimostra - ha proseguito il guardasigilli secondo quanto riferisce l'Agi - che gli interventi di carattere eccezionale non servono". Dunque, senza tanti giri di parole, Orlando ribadisce il no dell'esecutivo ai provvedimenti straordinari di clemenza come indulto e amnistia, ma lavora a una riforma del sistema penitenziario dopo aver in parte alleviato i problemi negli istituti penitenziari con la nuova legge sulle pene alternative e il decreto legge svuotacarceri.

Pubblicità

Amnistia? Il no della Lega, Salvini: detenuti in carcere fino ultimo giorno pena

"Servono interventi strutturali", ha ribadito infatti il ministro spiegando che in questa fase, piuttosto che liberare i carcerati, occorre "riflettere e ragionare su come funziona il sistema". "Caro Santo Padre, dico no", ha ribadito anche il leader della Lega Nord commentando l'appello di Papa Francesco per una "grande amnistia. I carcerati - ha affermato Matteo Salvini ieri su Radio Padania - stanno in galera fino all'ultimo giorno e all'ultima ora della loro pena".

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Papa Francesco

Intanto, restano nel calendario della commissione Giustizia di Palazzo Madama di questa settimana i quattro disegni di legge per l'indulto e l'amnistia, ma dopo le parole del Papa non sembra registrarsi al Senato un cambio di orientamento.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto