Si chiama Carlo Calenda il nuovo ministro dello Sviluppo economico. Ad annunciarlo, il premier Matteo Renzi nel programma televisivo “Che tempo che fa”, che così ha smentito le voci sulla nomina di Chicco Testa. Nato a Roma nel 1973, Calenda è un manager che si è dedicato con passione alla politica. È laureato in Giurisprudenza all’Università La Sapienza di Roma, ma la sua esperienza professionale comincia nel mondo delle finanze, quando nel 1998 entra alla Ferrari come responsabile della relazione con i clienti e con le istituzioni finanziarie. Lì il rapporto son Luca Cordero di Montezemolo si fa sempre più stretto. Di seguito, entra a Sky Italia e a Confindustria e si fa un nome a livello internazionale come direttore dell'area strategica e affari internazionali.

In politica ha cominciato nel partito Scelta Civica, per poi passare nel 2015 al Partito Democratico. Calenda è stato vice ministro dello Sviluppo durante il Governo di Enrico Letta ed è stato nominato da Renzi Rappresentante permanente dell'Italia all’Unione Europea.