Nonostante lo scandalo del Jet privato che aveva coinvolto il segretario della Salute e dei Servizi Umani dello staff di Donald Trump, tom price, non ha nessuna intensione di dimettersi e di questo, ne ha parlato mercoledì con il capo di Stato della Casa Bianca, John Kelly.

Niente dimissioni, grazie

L'Ufficio di ispezione generale di HHS, sta attualmente indagando sul numero di volte che Tom Price avrebbe usufruito dell'Aereo privato della casa Bianca, pagato con i soldi dei contribuenti; forse 24, per un costo complessivo di centinaia di migliaia di dollari.

Trump ha dichiarato alla stampa di non essere contento del comportamento di Price e un altro federale ha affermato che in nessun modo la Casa Bianca difenderà l'uso dei voli charter per viaggi di routine: "Price ha fatto un uso improprio del denaro federale".

Il segretario del tesoro Steven Mnuchin e l'amministratore dell'Agenzia per la protezione dell'ambiente Scott Pruitt sono momentaneamente in difficoltà, viste le continue domande dei giornalisti in merito all'uso che è stato fatto del Jet.

La lettera per Price

La commissione per la politica di sorveglianza e la riforma del governo ha consegnato una lettera a Price spiegando nel dettaglio come possono e non possono essere utilizzati gli aerei governativi per viaggi personali e gli aerei privati non commerciali per viaggi ufficiali.

La lettera di supervisione, firmata dal comitato repubblicano e democratico, fa parte di una più ampia discussione del comitato in merito all'utilizzo di aerei governativi o aeromobili privati da parte degli agenti di amministrazione di Trump.

L'HHS ha dichiarato di aver avviato una propria revisione dei processi e delle procedure di viaggio e che coopererà pienamente con il Congresso e con l'Ufficio dell'Ispettore generale dell'agenzia.

Anche Mnuchin venne criticato quando con la moglie presero un Jet Air Force il 21 agosto di quest'anno, prenotato per incontrare i leader in affari in Kentucky e visitare le riserve di oro di Fort Knox; il segretario del Tesoro chiese anche il jet anche per la sua luna di miele, anche se poi non lo utilizzò.

La settimana scorsa la portavoce di Price, Charmaine Yoest, ha difeso il viaggio dichiarando che il dipartimento preposto al controllo continua a controllare i fondi utilizzati per le varie esigenze di spostamento, ma per quanto riguarda i voli commerciali questo non sempre avviene.

I democratici invece, si sono ribellati ai voli sui jet, tanto che cinque di loro alla camera hanno inviato una lettera a Price mercoledì chiedendogli le dimissioni.

Segui la nostra pagina Facebook!