Mai più fascisti in Italia [VIDEO], il popolo dovrebbe tenersi pronto ad “appenderli per i piedi” se dovesse essere necessario. Queste frasi, messe pubblicamente nero su bianco con un cinguettio postato su Twitter, stanno costando molto caro a Maurizio Crosetti, noto giornalista che collabora con il quotidiano Repubblica. Certo, Crosetti, nella giornata di ieri, poche ore dopo lo scivolone mediatico, ha subito cancellato il tweet, sostituendolo con un altro di ben altro tenore, nel quale ha ammesso candidamente di aver esagerato.

Pubblicità
Pubblicità

Ma ormai la frittata social era fatta, visto che in molti avevano già salvato lo screen shot, condividendolo a loro volta. Per questo Crosetti è finito nella bufera e, a peggiorare la situazione, ci ha pensato lui stesso, pensando bene di pubblicare un altro tweet ‘equivoco’, stavolta sulla possibile intervista della collega Diletta Leotta a Cristiano Ronaldo.

Il tweet contro i nuovi fascisti e le successive scuse

Anche se il tweet pubblicato ieri, 14 ottobre, da Maurizio Crosetti è stato cancellato dalla sua bacheca, le parole in esso contenute sono facilmente rintracciabili sul web.

Pubblicità

“Sia chiara una cosa - avrebbe cinguettato Crosetti senza peraltro fare un riferimento diretto al governo M5S-Lega - dobbiamo reagire, indignarci, batterci, denunciarli, resistere fino alle estreme conseguenze”. Una sorta di vera e propria ‘chiamata alle armi’ di un sedicente popolo democratico e antifascista [VIDEO], contrario nella sua stragrande maggioranza a quanto sta accadendo in questo periodo in Italia (anche se i sondaggi dicono il contrario), soprattutto per quanto riguarda il tema immigrazione.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica

Un incitamento chiuso, forse, con troppa foga, senza contare fino a tre prima di digitare le lettere sulla tastiera. “E se sarà il caso appenderli per i piedi. Mai più fascisti”, ha infatti chiuso il suo messaggio Crosetti. Troppo anche per lui che, infatti, poche ore dopo, cancella il tweet sotto accusa per sostituirlo con il seguente: “Quel tweet sui fascisti appesi per i piedi era troppo, mi rendo conto e mi scuso”.

Crosetti insiste: ‘Occhio all’intervista della Leotta a Ronaldo’

A giudicare, però, dalle sdegnate e rancorose reazioni social, non sembra che la firma del quotidiano diretto da Mario Calabresi sia riuscito a placare la bufera mediatica. Anzi, come accennato prima, a complicare la sua difficile situazione ci ha pensato lui stesso, cinguettando sulla notizia della possibile intervista della avvenente giornalista Diletta Leotta al calciatore della Juventus Cristiano Ronaldo.

Pubblicità

“Occhio”, ha commentato Crosetti, con evidente riferimento alla bellezza della Leotta e alla ‘pericolosità’ di CR7, sospettato di aver violentato una ragazza negli Usa una decina di anni fa.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto