Essendo il semestre di Presidenza italiana dell'Unione Europea la capitale lo festeggia introducendo nel menù 15 pietanze europee. L'obiettivo spiega l'assessore alle politiche educative Alessandra Cattoi è quello di far conoscere la cultura gastronomica di altri Paesi per aumentare l'appartenenza dell'Italia all'Europa. L'iniziativa sarà presente per tutto l'anno scolastico da dicembre a giugno e ogni mese saranno due o tre i menu proposti nelle mense. Tra i piatti più noti della tradizione culinaria europea ne citiamo alcuni: croque monsieur dalla Francia, fish and chips dal Regno Unito, gulasch dall'Ungheria, paella valenciana dalla Spagna, Wiener Schnitzel dall'Austria.

Ora faremo una breve panoramica di tutti e 15 i menu per capire meglio di cosa si tratta. Il Croque monsieur è citato anche da Proust in "Alla ricerca del tempo perduto"ed una preparazione tipica francese consistente in un sandwich contenente prosciutto cotto e formaggio groviera grattugiato, che viene gratinato e servito caldo. Il gulash è uno dei piatti più emblematici della gastronomia ungherese. Consiste nell'accostamento della carne di vitello con la cipolla, il pomodoro e soprattutto la paprika.

Il gulash al riso della Repubblica Ceca è il cugino del gulash ungherese, si tratta di un piatto più asciutto accompagnato dal riso invece che dal pane tostato. La Wiener Schnitzel è invece una specialità della cucina viennese consistente in una sottile fetta di vitello impanata e fritta nello strutto.

I migliori video del giorno

La forma tradizionale viene servita con insalata di lattuga ed insalata di patate. Il bigos, specialità a base di crauti carni e spezie, è uno tra i piatti simbolo della cucina polacca. Dalla Romania abbiamo invece la tochitura ossia carne di pollo con formaggio e polenta. Lo stamppott è invece un piatto tipico olandese a base di patate schiacciate cucinate con salsiccia carote ed altre verdure.

Da Malta abbiamo la Ftira ossia una semplice schiacciata accompagnata da formaggio e servita con insalata. L'Aeggekage danese invece è composto da uova strapazzate pancetta e patate. Il cozido è un tipico piatto della tradizione portoghese, uno stufato di carne e verdure. Dal Belgio il pollo alla belga ossia un semplice piatto di pollo con patate. Dall'Irlanda e dal Regno Unito abbiamo forse i piatti più noti ossia il Fish and chips cartoccio di pesce in pastella fritto con patate e il Chicken and chips pollo con patate della tradizione britannica. Per finire citiamo la paella valenciana a base di riso zafferano e carne e il piatto tedesco per eccellenza composto da wurstel con patate.

Tra i genitori specie quelli che hanno i figli nelle scuole dell'infanzia comunali dove ci sono gli utenti più piccoli, è già polemica come successe anni fa coi menu etnici della giunta Veltroni.

Per quanto riguarda le porzioni, il fatto che spesso si tratta di piatti unici senza primo piatto e dell'indice di gradimento dei bimbi dai 3 ai 5 anni che come ben sappiamo hanno gusti difficili anche per la dieta mediterranea e non sono abituati certo a pietanze con paprika tipo il gulash… L'altro aspetto riguarda il quanto siano sani questi cibi, spesso infatti in alcuni dei menu c'è lo strutto come ingrediente e si tratta di pietanze fritte. Sarebbe forse più indicato proporre tali menu dalla #Scuola primaria dove i bambini sono più grandi e studiano geografia dei vari Paesi europei. #Salute bambini #consigli dieta