Una toccante storia di povertà e di solidarietà si è verificata a Roma nel giorno della Vigilia di Natale. Tutto comincia quando una donna, spinta dalla necessità, si reca in un centro commerciale della Capitale per derubare delle coperte per tenersi al caldo insieme alla mamma, e poi una padella ed alcuni bicchieri. Scoperta dal direttore del grande magazzino che sorge lungo la via Appia, la sessantenne è stata trattenuta mentre veniva chiamato il 112 per fare arrivare i carabinieri a prelevare la ladra.

La donna era molto povera: carabinieri le pagano la refurtiva

I carabinieri della Stazione di San Lorenzo, una volta giunti al centro commerciale dove era stato scoperto il tentativo di furto da parte della donna, hanno cominciato ad effettuare accertamenti sulla sua identità.

I militari hanno innanzitutto constatato che aveva cercato di portare via un piumino, alcune coperte, una padella e dei bicchieri. Successivamente, hanno scoperto che la signora di 60 anni vive in una casa popolare insieme alla madre che ha più di 80 anni, ed entrambe cercano di andare avanti soltanto con la pensione sociale. La donna, spinta dalla disperazione e dalla povertà, si era recata al centro commerciale sulla Appia per rubare quei prodotti che le servivano per sopravvivere insieme all'anziana madre.

Toccati da quella situazione di grave indigenza, i carabinieri non se la sono sentita di arrestare ed incriminare la donna: si sono informati sul costo del "bottino" che la signora aveva cercato di portarsi a casa, hanno fatto una colletta e, una volta raggiunta la somma necessaria, l'hanno consegnata al direttore dell'attività commerciale pagando il conto per la donna.

I migliori video del giorno

A quel punto, resosi conto della difficile situazione in cui versava la sessantenne, anche il direttore del grande magazzino si è passato una mano sulla coscienza e ha deciso di non formalizzare la denuncia. Commossa per quel grande gesto di solidarietà, la donna, rivolgendosi alle forze dell'ordine ha esclamato: "Sarei molto orgogliosa di avere dei figli come voi".