Numerose le mostre d’#Arte allestite in questo periodo nelle città italiane, tra cui si segnala un’esposizione alquanto particolare, dove i capolavori esposti non sono dipinti ad olio o sculture di marmo, bensì mattoncini LEGO, che uniti tra loro vanno a creare vere e proprie opere. Dopo il grande successo ottenuto mesi fa, è tornata a #Roma ‘The Art of the Brick’. Attualmente, la mostra di Nathan Sawaya è allestita anche a Milano, dove può essere ammirata fino al 29 gennaio 2017 presso la Fabbrica del Vapore. Nella Capitale, invece, dopo l’esposizione allo Spazio Eventi Tirso, questa volta si è optato per l’Auditorium Expo dell’Auditorium Parco della Musica.

L’apertura è avvenuta nella giornata del 9 dicembre 2016, con i visitatori che hanno tempo per scoprire la mostra fino al 26 febbraio 2017. Dell’artista statunitense troviamo più di 70 sculture colorate, realizzate con oltre un milione di mattoncini. Interessanti da vedere le raffigurazioni della Cappella Sistina e del celebre dipinto ‘Notte Stellata’ di Vincent Van Gogh, che si affiancano ad altre riproduzioni di capolavori dell’arte. Di seguito vi riportiamo le informazioni per la visita dell’esposizione di Nathan Sawaya, che CNN ritiene essere una di quelle da vedere assolutamente.

Mostra ‘The Art of the Brick’: costo biglietto e orari ingresso

L’apertura al pubblico è fissata dalle ore 11.00 alle ore 20.00 nei giorni da lunedì a giovedì, mentre venerdì e sabato viene prolungata fino alle ore 22.00.

I migliori video del giorno

Invece, domenica è possibile entrare dalle ore 10.00 alle ore 20.00. Il costo d’accesso è di 17,50 €, ma sono disponibili tariffe a prezzo ridotto (13,50 €) per anziani di età superiore a 65 anni, bambini e ragazzi di età inferiore a 12 anni e disabili. I bambini al di sotto dei 3 anni entrano gratuitamente. Per i nuclei familiari sono previsti dei pacchetti: 3 persone a 43,50 € o 4 persone a 56 €. Infine, abbiamo prezzi decurtati per gruppi (11 €) e scolaresche (9 €). Raggiungere lo spazio espositivo situato in Viale Pietro de Coubertin è semplice con i mezzi di trasporto pubblico gestiti dall’azienda ATAC. A disposizione troviamo le linee di autobus n° 910, 53, 982 e 168, oltre al tram n° 2. Volendo c’è modo di prendere la Metro A fino alla fermata di Flaminio e poi effettuare cambio con il tram poc’anzi citato. Ricordiamo ai visitatori, che è presente una zona interattiva in fondo al percorso espositivo, che permette a chiunque di cimentarsi con i LEGO e dar sfogo alla propria creatività sulle orme di Nathan Sawaya, che da semplice passione, ha trasformato il divertimento in un lavoro. Prima di lasciarvi, vi invitiamo a seguirci per ricevere altre news su mostre in corso in Italia.