Siamo in pieno picco influenzale, un'epidemia che quest ultimo mese ha costretto a casa milioni di italiani e che solo adesso inizia a dare i primi cenni di cedimento; tuttavia è consigliabile mantenere sempre uno stato d'allerta soprattutto se in casa vi sono bambini con meno di 5 anni di età, tra i soggetti più a rischio e che devono esser maggiormente protetti.

Regole per una buona prevenzione

Non vi sono pagine e pagine di libri universitari da studiare, bensì è importante ricordare pochi, semplici e fondamentali accorgimenti:

  • Mantenere una casa pulita e igienica limitando ove possibile il contatto con i batteri.
  • Lavarsi spesso le mani in quanto conduttrici perfette dell'epidemia influenzale.
  • Evitare correnti d'aria e sbalzi di temperatura improvvisi.

Sintomatologia

Se crediate invece che il vostro bambino abbia già contratto il virus influenzale bisogna invece verificare i sintomi riscontrabili, l'influenza provoca infatti:

  • Febbre alta e duratura.
  • Dolori alle ossa e alla testa.
  • Nausea e spossatezza.
  • Mal di gola ed eccessiva produzione di mucose.

Cure e Rimedi

Nel caso in cui i sintomi corrispondono a quelli sopra descritti è consigliabile rivolgersi ad un dottore che prescriverà le cure necessarie, quasi sempre vi prescriverà farmaci contenente paracetamolo e ibuprofene e vi consiglierà cautela e riposo.

La guarigione è e rimarrà sempre una fase in cui l'uso dei farmaci deve costantemente esser accompagnato da una cura e un attenzione particolare del proprio corpo, rimanendo sotto le lenzuola qualche giorno in più per poi uscirne qualche giorno prima.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto