Si avvicinano le feste natalizie e come tutti gli anni si ripresenta il solito problema: come fare a rimanere in linea, mangiando a pranzi, cene e cenone di fine anno senza troppe rinunce? Cosa e come mangiare senza ingrassare ma senza perdere il gusto delle prelibatezze di Natale e Capodanno? Ecco qualche piccolo stratagemma per evitare di prendere i soliti 2 - 3 chili delle festività.

Ecco cosa fare prima e dopo le feste

Inutile cercare di seguire le diete ferree e piene di privazioni a cui saremmo tentati di affidarci prima delle feste: questo contribuirebbe solo a farci arrivare a Natale e Capodanno con uno spirito di rivalsa nei confronti del cibo che ci porta solo a mangiare di più.

Quindi seguendo una sorta di legge del contrappasso saremmo portati ad abusare del cibo solo perché siamo state troppo a stecchetto prima.

Il regime alimentare da seguire - ormai è noto - è quello di continuare a fare i pasti principali colazione - pranzo - cena inframezzati dagli spuntini di metà mattina e metà pomeriggio: vietato saltare i pasti! È controproducente perché il metabolismo temendo carestia rallenta e non si perde peso. A pranzo e cena mangiamo alimenti vari dando la preferenza a verdure, frutta e cereali integrali; sarebbe meglio inoltre evitare i carboidrati a cena perché non venendo consumati (dopo poche ore si va a letto) si trasformano in riserve energetiche, cioè in ciccia. A merenda abbiamo voglia di dolci? Portiamo della frutta di stagione: buonissimi i mandarini ma anche i kiwi, questi ultimi utilissimi anche in caso di difficoltà nella motilità intestinale.

Consigli da mettere in pratica durante le feste

Ma ecco che si arriva al fatidico pasto: il pranzo di Natale o il cenone di San Silvestro, seguito da cotechino e lenticchie per festeggiare il Capodanno. Cosa fare in questi casi? Stare a tavola con la lacrimuccia guardando gli altri che mangiano? Certo che no! Piccoli e furbi consigli ci aiutano a limitarci.

Ad esempio, prima di iniziare a mangiare è utile bere due bicchieroni di acqua che ci aiutano ad arrivare a tavola senza quella sensazione che ci farebbe sbranare anche le gambe del tavolo; anziché bere solo vino, alternare un bicchiere di vino con uno o due di acqua. Dimezzare le quantità: ad esempio anziché due fette di salame per antipasto mangiamone solo una.

Evitare i bis, o almeno scegliere il bis rinunciando a un altro primo o secondo. 

Un altro consiglio utile è decidere a priori cosa si mangerà rispetto alle pietanze previste dal menu, optando per i piatti che usualmente non si mangiano: gli affettati molto spesso sono contenuti nei panini che divoriamo in pausa pranzo, perché non evitarli almeno nelle feste? Masticare lentamente inoltre - gli esperti consigliano 20 volte per ogni boccone - aiuta a sentire correttamente il senso di sazietà.

Da sapere

Nel caso in cui il pensiero di frutta, verdura e cereali integrali vi facciano storcere il naso, pensate a questo: tanto più le sostanze digerite rimangono nell'intestino, tanto più vengono assorbite dall'organismo contribuendo a farci ingrassare.

Gli alimenti che contengono molte fibre come quelli già citati contribuiscono a velocizzare la motilità intestinale: questo significa minor assorbimento e minore fermentazione, minore permanenza delle "tossine" nel nostro corpo e migliore stato fisico generale. Volete continuare a essere aggiornate su questi consigli? Cliccate il tasto segui che trovate in alto.

Segui la nostra pagina Facebook!