Se è vero che la prima impressione è quella che conta osserviamo innanzitutto la pelle del nostro viso. La bellezza della nostra pelle è importante per farci sentire bene con noi stessi e con gli altri perciò a volte è bene ricorrere ad alcuni accorgimenti mirati per renderla più sana e luminosa.

Pubblicità
Pubblicità

Esistono però diversi tipi di pelle che richiedono l'uso del prodotto più adatto. In commercio esistono un'infinità di creme e non manca il contributo di preparati a base di erbe che si prendono cura della nostra cute in modo dolce e naturale. Ecco alcuni suggerimenti offerti dalla cosmesi naturale specifici per diversi tipi di pelle.

Nel caso di una pelle impura, con comedoni e brufoli, le piante officinali possono aiutarvi. Tra le più efficaci che potete trovare anche in diverse preparazioni cosmetiche da erboristeria privilegiate la menta, il salice bianco e il legno di quercia.

Il pungitopo ha un'azione benefica per il viso
Il pungitopo ha un'azione benefica per il viso

Il salice bianco è un albero tipico delle zone umide; la corteccia dei giovani rami contiene una sostanza, la salicina, che è dotata di una notevole azione antisettica e antinfiammatoria, utile nel caso di pelli impure e particolarmente arrossate. Preparate un infuso facendo bollire 20gr. di corteccia di salice in 200 ml di acqua per circa quattro minuti. Lasciate raffreddare e applicate con una garza direttamente sul viso. Per un impacco purificante usate anche legno di quercia, preparate un decotto con 10gr.

Pubblicità

come descritto in precedenza, e applicate sempre con una garza.

Per le pelli sensibili, facili agli arrossamenti e con tendenza alla couperose, la natura offre numerose piante. Acune sono eccezionali nel ridurre la dilatazione dei vasi sanguigni e diminuire la permeabilità dei capillari. Per esempio, la corteccia di ippocastano che contiene una sostanza chiamata esculoside e rafforza i vasi sanguigni superficiali. Nel pungitopo, o rusco, sono presenti ruscogenine, che hanno un'attività astringente sul microcircolo cutaneo.Fatevi preparare dall'erborista questa miscela: 10 gr.

Di corteccia di ippocastano, 10 di radice di pungitopo, e 10 di pigne di cipresso in polvere; usatene il decotto per fare un tonico astringente casalingo.

Le pelli secche, disidratate o screpolate segnalano la mancanza di grassi polinsaturi. Se la vostra pelle è troppo secca potete nutrirla con acidi grassi Omega 6 contenuti nell'olio di ribes nero, una pianta ricchissima di queste sostanze. L'olio di ribes nero si trova in numerose preparazioni di cosmesi naturale, o anche puro.

Pubblicità

Usatelo sul viso un piccole quantità. Prestare la giusta attenzione alla cura del nostro viso e scegliere i prodotti più adatti, può diventare la una mossa vincente per apparire più sane ma soprattutto più belle.

Leggi tutto