I numerosi furti di biciclette segnalati in Italia rimangono perlopiù impuniti. I furti, secondo i dati diffusi da FIAB-ANMCA (Federazione Italiana Amici della Bicicletta e Associazione Nazionale Cicli, Motocicli, e Accessori di Confindustria) sono frequenti. Ogni giorno vengono rubate 900 biciclette, 32mila ogni anno. Il numero è davvero impressionante, ma la notizia del furto di una bicicletta ormai non fa alcun effetto, e il disagio per la perdita del mezzo comunque rimane.

Il malcapitato difficilmente riesce a recuperare la bicicletta sottratta con lo scasso e il ladro rimane quasi sempre impunito. Ma, per fortuna, è arrivata un'app che renderà più difficile la vita dei ladri di biciclette. 

Massimiliano Zangala, un imprenditore di Palermo appassionato di ciclismo, ha realizzato un'app che ha lo scopo di mettere in difficoltà i male intenzionati e di rendere il furto di biciclette non più conveniente.

Per questo motivo è nata RegisterBike, un'app gratuita per tablet e Smartphone con sistema operativo iOs e Android e scaricabile da App store e da Google Play. Il proprietario del veicolo a due ruote si deve registrare a RegisterBike attraverso una mail, dovrà indicare la città di residenza e la foto della bicicletta, in questo modo il sistema genera automaticamente un codice Id e un Qr personalizzati.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Smartphone Apple

Id e Qr dovranno essere stampati e poi incollati in 13 punti indicati della bicicletta, infatti i dati identificativi sono indispensabili per individuare il mezzo rubato e l'appartenenza al legittimo proprietario. La segnalazione del furto arriverà agli altri utenti registrati presenti nel raggio di 200km, attraverso una notifica e la foto della bici rubata. In questo modo viene facilitato il ritrovamento del mezzo, il proprietario verrà avvisato con una mail e potrà recuperare la bicicletta.

La stessa app può essere utilizzata anche dalle Forze dell'Ordine, che in questo modo possono avvisare il proprietario dell'avvenuto ritrovamento.

L'imprenditore siciliano, ideatore di RegisterBike, precisa che le difficoltà che derivano dal rimuovere i 13 codici ben saldati alla bicicletta dovrebbero costituire un deterrente per i ladri che, dovendo rimuovere i codici saldati con colla bicomponente e riverniciare il biciclo, dovrebbero desistere dall'impresa.

Perciò RegisterBike si prefigge un duplice scopo: far desistere i ladri dal furto e facilitare il ritrovamento della bicicletta.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto