Per mantenersi in forma ed eliminare il colesterolo cattivo bastano 2 o 3 porzioni al giorno di frutti di bosco o un bicchiere di vino. Lo afferma una ricerca scientifica condotta dalla Washington State University e pubblicata dall'International Journal of Obesity. Tutto merito del resveratrolo, un antiossidante contenuto nella buccia di frutti rossi, come fragole, mirtilli, lamponi, ma anche mele e uva.

Pubblicità
Pubblicità

Questa sostanza ha numerose proprietà benefiche per l'organismo umano, tra le più importanti gli viene annoverata la capacità di ridurre il colesterolo cattivo, o Ldl, e di prevenire il rischio di malattie cardiovascolari e cardiache. Oltre alle sue proprietà anti-tumorali, il resveratrolo è un antinfiammatorio, ed è in grado di favorire la fluidificazione ematica, di contrastare alcune patologie attivate da funghi e batteri, e di arginare il rischio di trombosi.

Pubblicità

La ricerca

Bastano due o tre porzioni al giorno di frutti di bosco, dunque, per mantenersi in forma e in salute. Il revetrastolo infatti contribuisce al dimagrimento poiché agisce sull'indice glicemico e lo controlla: promuove un minor accumulo di adipe e favorisce l'eliminazione del grasso in eccesso. Per giungere a tali risultati, i ricercatori hanno compiuto degli esperimenti su dei topi da laboratorio.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Scienza

Agli animali sono stati somministrati circa 340 grammi di frutta rossa. Lo studio ha potuto dimostrare che nell'organismo dei topi che avevano ingerito l'antiossidante si era verificata una conversione del "grasso bianco", cioè il grasso in eccesso, in "grasso beige", che invece brucia le calorie, riducendo l'aumento di peso. Sebbene nel corso di tutto l'esperimento i topi avessero assunto una dieta ricca di grassi, si è potuto verificare che quelli che avevano ingerito il cibo contenente il resveratrolo avevano acquisito il 40% di peso in meno rispetto a quelli che non lo avevano assunto.

La spiegazione scientifica

Lo scienziato autore della ricerca, il professor Min Du, spiega che i polifenoli contenuti nella frutta, e tra questi lo stesso resveratrolo, aumentano l'espressione del gene che aumenta l'ossidazione dei grassi alimentari e che impedisce che il corpo ne venga sovraccaricato. Questi tramutano il grasso bianco in grasso 'bruno', che brucia i lipidi e che favorisce la prevenzione di disturbi metabolici e obesità.

Pubblicità

Anche i vini rossi, come il Cabinet Sauvignon o il Merlot, contengono una quantità, seppur minore, di antiossidante. Lo stesso professor Min Du ricorda però che la quantità di resveratrolo contenuta nel vino rosso corrisponde solo ad una frazione del contenuto presente nell'uva. Quindi il consiglio è di non eccedere con le dosi di questa bevanda: per ottenere un effetto benefico per la salute, infatti, basta assumerne un solo bicchiere al giorno.

Pubblicità

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto