L'uomo da sei milioni di dollari, per parafrasare la famosa serie tv americana, si chiama Maurizio Del Poeta, italiano originario delle Marche dove ha studiato medicina all'università di Ancona, dal 2012lavora come ricercatore e professore nel dipartimento di genetica molecolare e microbiologia dellaStony Brook University di New York. Del Poeta è a capo di un laboratorio di ricerca, una equipe composta da 10 persone, eha ricevuto da parte del NIH, Istituti Nazionali della Salute statunitensi, un finanziamento di sei milioni di dollari, per l'importanza che la sua ricerca ha nel campo dello studio delle infezioni fungine.

Una ricerca che ha come finalità lo studio della patogenesi delle infezioni fungine, lo sviluppo del primo vaccino fungino e di nuovi farmaci antifungini.

La ricerca sulle infezioni fungine

La ricerca parte dallo studio di persone che, rispetto ad altre, sono più resistenti alle infezioni perché hanno una risposta immunitaria più efficace, in particolare la risposta neutrofillica. Infatti si è visto che se i neutrofilli sono più attivi, uccidono i microbi più efficacemente. Questa attivazione è regolata da due enzimi importanti della pathway sfingolipida: sfingosina-1-phosphato e sfingomielina sintasi. Il progetto cerca di capire perché i funghi ambientali, come il cryptococco trasportato dagli uccelli tipo i piccioni, causino malattie mortali.

La criptococcosi meningo-encefalica uccide 650 mila persone l'anno. La candidosi invasiva 350 mila, la aspergillosi polmonare e encefalica 300 mila. Attraverso questi studi, condotti con la mutazione dei geni fungini, l'equipe di Maurizio Del Poeta ha scoperto il primo vaccino fungino. Il vaccino, somministrato a topi da laboratorio, è stato in grado di proteggerli dalle infezioni letali anche se il topo è immunodepresso, cioè presenta una mancanza di CD4, cellule che combattono le infezioni, riproducendo quindi la condizione di AIDS.

Sviluppo di nuovi farmaci antifungini

Da qui lo sviluppo di nuovi farmaci antifungini. Le malattie fungine invasive sono molto difficili, dal punto di vista clinico, perché i funghi che le causano, criptococco, candida e aspergillo, sono molto difficili da trattare farmacologicamente. I farmacicorrenti sono pochi, tossici, hanno uno spettro molto piccolo e diventano resistenti molto velocemente.

Inoltre non sono curativi. Questo significa che una volta presa la criptococcosi, il paziente deve fare il trattamento a vita. Al contrario i farmaci che Del Poeta ha scoperto sono molto efficaci e uccidono i funghi in 24 ore. Inoltre, un dato molto interessante, i funghi non diventano resistenti ai farmaci.

Segui la nostra pagina Facebook!