L'Università di Scienze Mediche di Mashhad, in Iran, ha recentemente pubblicato sulla rivista Phytotherapy Research, il risultato della revisione di ben 129 studi scientifici sull'avocado, al fine di valutare e confrontare i vari dati ottenuti in anni di ricerca, sia in vitro che in vivo, su questo prezioso frutto tropicale (ma anche dell'olio ed altre parti della pianta). Le conclusioni degli scienziati non fanno altro che confermare le sue numerose proprietà, che ne fanno un alleato ideale nella prevenzione della sindrome metabolica, anticamera di gravi patologie cardiovascolari e diabete di tipo 2.

L'avocado ha effetti benefici simili all'olio d'oliva

L'Avocado, Persea americana è una specie appartenente alla famiglia delle Lauraceae, originaria del Messico ed America centrale. Non a caso rientra in varie ricette della cucina messicana tra cui la ben nota salsa guacamole. Ormai lo si trova facilmente in vendita nei supermercati e presso i fruttivendoli più forniti anche da noi in Italia. Dal punto di vista nutrizionale è una ricca fonte di vitamine (A, C, D, E, K e del gruppo B), sali minerali (potassio, fosforo, ferro, magnesio, zinco, manganese e calcio), fibre, sostanze antiossidanti (luteina, beta-carotene), ma la sua peculiarità principale è l'elevato contenuto di grassi "buoni".

Ogni 100 g contiene ben il 19% di grassi (è dunque un frutto piuttosto calorico, 160 Kcal ogni 100 g), ma questi sono costituiti per la gran parte da acidi grassi monoinsaturi con un profilo nutrizionale simile a quello dell'olio d'oliva.

Sindrome metabolica, cos'è e da cosa è caratterizzata

La sindrome metabolica è una condizione fortemente eterogenea, caratterizzata dalla coesistenza di particolari fattori quali: obesità, insulino-resistenza, ipertensione, dislipidemia.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Salute

E', come già accennato, correlata ad un aumentato rischio cardiovascolare e diabete mellito di tipo 2. La sindrome metabolica è considerata una causa crescente di morbilità e mortalità sia nei Paesi sviluppati, sia in quelli in via di sviluppo. Per la definizione e diagnosi di sindrome metabolica devono essere presenti almeno 3 delle seguenti condizioni:

  • Pressione del sangue > 130/85 mmHg;
  • Glicemia a digiuno > 100mg/dl
  • Colesterolo HDL < 40mg/dl nell'uomo; < 50 mg/dl nella donna;
  • Trigliceridi > o uguali a 150 mg/dl;
  • Circonferenza vita > 94 cm nell'uomo; > 80 cm nella donna.

Effetti dell'avocado sui fattori predisponenti alla sindrome metabolica

Il frutto dell'avocado può agire su più fronti nella prevenzione e cura dei disturbi legati alla sindrome metabolica:

  • Effetti sul livello di glucosio e sull'appetito: introducendo l'avocado nella dieta, la glicemia scende, anche quella post-prandiale. L'effetto ipoglicemizzante, sembra essere dovuto in parte ai polifenoli che interferiscono sul metabolismo degli zuccheri. Ne consegue una riduzione del desiderio di cibi dolci e dell'appetito contribuendo nel contempo al controllo del peso corporeo;
  • Effetti sul profilo lipidico: la presenza di fitosteroli riduce l'assorbimento del colesterolo. Inoltre una dieta ricca di grassi moninsaturi in sostituzione a quelli saturi contribuisce all'abbassamento di trigliceridi e grassi "cattivi", LDL in favore dell'innalzamento dei grassi "buoni" HDL;
  • Effetti sulla pressione sanguigna: l'alto contenuto di potassio contribuisce al controllo della pressione sanguigna;
  • Effetti sull'aterosclerosi: un curioso studio, tra quelli revisionati, ha dimostrato che associare 68 gr di avocado ad un hamburger, fa si che non vi sia vasocostrizione ed infiammazione delle arterie. Inoltre era riscontrato l'abbassamento dei livelli di colesterolo nel sangue;
  • Attività antiossidante: lo stress ossidativo è alla base di tutte le condizioni che caratterizzano la sindrome metabolica. Molti effetti dell'avocado che abbiamo visto sono infatti dovuti anche all'azione dei carotenoidi e delle vitamine.

La giusta dose di avocado, per assicurarci tutti i benefici sulla nostra Salute, è di 150 g al giorno, non dimenticandoci di adottare uno stile di vita sano che preveda una dieta bilanciata, ricca di alimenti di origine vegetale (ottima la nostra Dieta Mediterranea), attività fisica, l'abbandono del fumo, dei superalcolici, il raggiungimento ed il mantenimento del peso corporeo ideale.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto