Circa un terzo della nostra vita lo trascorriamo al letto. Ciò fa si che il luogo in cui riposiamo si trasformi in un punto cruciale per #batteri e #funghi. Questo è quanto riporta un microbiologo della [VIDEO] New York University. Secondo Philip Tierno infatti, se teniamo per un lungo tempo le stesse #lenzuola potremmo incorrere nel rischio di contrarre malattie 'pericolose'. Per scoprirne di più continuate a leggere l'articolo.

I batteri pericolosi per la nostra salute

Secondo alcune ricerche, le persone producano all'incirca 26 litri di sudore all'interno del proprio letto. Specialmente in condizioni di umidità e caldo, il luogo in cui riposiamo può diventare il fulcro in cui si concentrano funghi e batteri e dunque potremmo essere a rischio di incorrere in malattie poco piacevoli.

La domanda dunque sorge spontanea: ogni quanto dobbiamo cambiare le lenzuola per non incappare in questi problemi? A parere dello studioso Tierno, bisognerebbe cambiare le proprie coperte almeno una volta alla settimana.

Un po' di tempo fa, è stato condotto uno studio che esaminava la contaminazione di cuscini e lenzuola per un periodo che va dagli 1,5 anni ai 20 anni, scoprendo che erano presente ben 17 tipi di funghi diversi. I batteri non sono però solo quelli prodotti dal nostro corpo, ma anche quelli che provengono dall'ambiente esterno. Ad esempio in pelo di un'animale domestico, il polline, gli acari e i fiori possono aggiungersi ai batteri prodotti dal nostro corpo, rendendo così il luogo in cui riposiamo centro di 'pericoli' per la nostra salute.

Le problematiche che potrebbero sorgere

Se dunque notate le vostre lenzuola più sporche del solito, dovreste tener conto anche di ciò che avete in casa e che può contaminare i vostri indumenti.

Il periodo in cui cambiare le lenzuola cambia a seconda del modo in cui dormiamo. Chi ad esempio dorme senza pigiama dovrebbe lavare più spesso [VIDEO] le lenzuola rispetto a chi magari dorme con il proprio pigiama addosso.

Tutto ciò per evitare di inalare durante la notte funghi e batteri che potrebbero causare sintomi allergici come raffreddore o gola irritata senza un apparente motivo. Alcuni magari trascurano questi tipi di capi, non sapendo che in realtà il letto potrebbe diventare un luogo 'pericoloso' se non pulito adeguatamente. Per continuare a rimanere aggiornati su tutte le ultime news, cliccate sul tasto 'Segui' in alto a sinistra.