In Basilicata nella giornata del 14 aprile su 214 tamponi effettuati, per la prima volta dall’inizio dell’emergenza sanitaria, non è stato rilevato nessun caso di positività al coronavirus. La notizia è stata pubblicata sulla pagina ufficiale della regione, così come avviene ogni giorno alle ore 12:00. La notizia è stata commentata da diversi esponenti politici nazionali, tra tutti Maurizio Gasparri che sul suo profilo Twitter ha elogiato la giunta regionale per il risultato positivo ottenuto. Sui social le posizioni e i commenti riferiti al dato sono discordanti: molti ritengono che il risultato sia stato influenzato dall’esiguo numero di campioni eseguiti.

Il 13 aprile sono stati effettuati 214 test

Per la prima volta in Basilicata non si sono registrati nuovi casi di positività al virus. Il dato è riferito a 214 tamponi processati il 13 aprile, mentre i contagiati confermati in tutta la regione sono 265. Con il decesso di una persona nel piccolo paese di San Costantino Albanese, il totale degli esiti fatali sale a 19. In Basilicata dall’inizio della pandemia sono stati effettuati 4.759 tamponi; il numero complessivo di guariti è salito a 35.

Una situazione sotto controllo

I numeri dell’epidemia lucana disegnano uno scenario tranquillizzate, soprattutto se paragonato a quello di altre regioni. In Basilicata i pazienti ricoverati presso strutture ospedaliere (San Carlo di Potenza e Madonna delle Grazie di Matera) sono 74.

Nello specifico, 50 pazienti si trovano nei reparti di malattie infettive, 12 in terapia intensiva, altri 12 in pneumologia e 191 sono i lucani in isolamento domiciliare. Non sono mancate in queste settimane le polemiche e le critiche alla governance regionale: le contestazioni si sono acuite per il numero di decessi, ritenuti troppo alti dal punto di vista percentuale rispetto alla quantità complessiva di ricoveri.

Hanno commosso l'opinione pubblica, le morti di Antonio Nicastro, arrivato in ospedale dopo 15 giorni di attesa senza un tampone, e quella del popolare olimpionico Donato Sabia. Per le loro morti si è costituito un comitato spontaneo di cittadini che chiede le dimissioni dell'assessore regionale Leone e dei vertici sanitari regionali.

La posizione della minoranza regionale

La giunta di centrodestra rimarca il risultato ottenuto, come un passaggio fondamentale per uscire dalla prima fase emergenziale, mentre il centro sinistra e i cinque stelle, dall'opposizione, chiedono un maggior numero di tamponi, soprattutto per evidenziare e isolare gli asintomatici. L'ex governatore Pittella ha presentato, al presidente Bardi, una proposta per gestire l'accesso alle strutture ospedaliere.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!