Il Gp Fourmies, classica francese che si è disputata domenica scorsa, ha sancito una volta di più il periodo di grande forma di Pascal Ackermann. Il velocista della Bora Hansgrohe ha siglato la decima vittoria stagionale ma l’immagine del finale di corsa che è rimasta maggiormente impressa è stata quella della terribile caduta in cui è rimasto coinvolto Nacer Bouhanni. Il corridore della Cofidis ha perso il controllo della sua bicicletta attraversando la strada da una parte all’altra a velocità folle. Per fortuna nessuno dei corridori che lo seguivano lo ha investito e solo un altro atleta è caduto colpendo la bicicletta dello sprinter francese.

Bouhanni, un 2019 da dimenticare

La stagione 2019 di Nacer Bouhanni è passata da una delusione all’altra. In aperta rottura con la Cofidis e soprattutto con il Team manager Cedric Vasseur, il velocista francese non è stato convocato per nessun grande giro ed è stato dirottato quasi sempre su gare minori. Anche nelle poche occasioni in cui ha avuto l’opportunità di mettersi in mostra in corse importanti però non ha mai dato nessun segnale, anzi.

Basti pensare al fuori tempo massimo con cui ha concluso la sua esperienza alla Tirreno Adriatico nella cronosquadre d’apertura.

Bouhanni ha messo insieme appena una quarantina di giorni di corsa senza centrare nessuna vittoria. Nella sua ultima apparizione, al Gp Fourmies di domenica 8 settembre, il corridore della Cofidis era riuscito a guadagnarsi un’ottima posizione per sprintare, appena dietro a Pascal Ackermann, ma è uscito di scena per una rovinosa e spettacolare caduta. Ackermann è poi andato a vincere davanti al giovane belga Jasper Philipsen e all’olandese Boy Van Poppel.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Ciclismo

Una caduta spettacolare

Ormai in vista dello sprint finale Bouhanni è riuscito a prendere la ruota di Ackermann spostandosi verso destra in direzione di Philipsen. Tra i due corridori c’è stato forse un leggero contatto che ha portato il francese a perdere il controllo della sua bicicletta. Bouhanni è stato sparato verso il lato opposto della strada attraversando tutta la carreggiata a velocità folle.

Alcuni corridori, tra cui Jasper Stuyven, hanno rischiato di investirlo e cadere a loro volta, ma per fortuna l’impatto è stato evitato. Solo un altro corridore è caduto dopo aver colpito la bici di Bouhanni. Il velocista della Cofidis è riuscito a cavarsela senza gravi danni. Per lui nessuna frattura, ma solo qualche ferita che ha richiesto dei punti di sutura.

Bouhanni dovrebbe tornare a correre il 20 settembre al Kampioenschap van Vlaanderen.

Sarà una delle ultime apparizioni in maglia Cofidis per il francese. Anche se non ci son ancora stati annunci ufficiali dal 2020 Bouhanni dovrebbe correre con la Arkea Samsic, altra squadra transalpina che si è rinforzata anche con l’ingaggio di Nairo Quintana.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto