La stagione delle classiche del nord è iniziata alla Het Nieuwsblad con una grande prestazione della Deceuninck Quickstep, la squadra belga che da anni è il faro di questo genere di corse. Il team di Patrick Lefevere ha dominato il campo, prima inserendosi in massa nella fuga più importante della giornata, poi con un assolo del Campione del Mondo Julian Alaphilippe e alla fine concretizzando il lavoro con una prepotente volata di Davide Ballerini. Il corridore italiano ha vinto con facilità lo sprint finale con cui si è decisa questa edizione della Het Nieuwsblad davvero particolare e insolita, ma così poco selettiva come quest’anno.

Davide Ballerini: ‘Il miglior inizio’

La Deceuninck Quickstep ha tenuto fede al facile pronostico della vigilia che la voleva come l’ago della bilancia del primo appuntamento della campagna del nord, la Het Nieuwsblad. Favorita anche dall’assenza di alcuni pezzi da novanta tra gli avversari, su tutti Sagan, Van der Poel e Van Aert, la squadra belga ha gestito a suo piacimento la corsa, con una condotta tattica che alla fine ha portato ad una volata molto folta. I Deceuninck sono stati pronti ad entrare in tre nella fuga promossa da Matteo Trentin sul Molenberg, per poi dare spazio a un assolo di Julian Alaphilippe.

L’azione solitaria del Campione del Mondo si è rivelata però troppo complicata e di fatto è servita a far riposare i compagni e ricompattare la situazione in vista della volata finale, dove Davide Ballerini ha vinto facilmente.

Nelle sue prime dichiarazioni al termine della corsa, Ballerini ha ringraziato la squadra, sottolineando quanto sia importante far parte di un gruppo vincente e preparato come quello della Deceuninck Quickstep.

“È un sogno che si avvera, non ho parole per questa prestazione di squadra. Mi trovo bene qui, credono in me. È il miglior inizio possibile per le classiche” ha dichiarato il corridore italiano, già alla terza vittoria in questo scorcio iniziale della stagione in cui sembra aver fatto un ulteriore salto di qualità.

‘Periodo non facile’

Davide Ballerini ha poi parlato di un episodio avvenuto in corsa, quando il Campione del Mondo Julian Alaphilippe gli ha consegnato le redini della squadra. Dopo essere stato raggiunto ai piedi del Grammont, il campione francese si è infatti impegnato in prima persona per portare il suo compagno di squadra allo sprint. “Alaphilippe è venuto a dirmi: è il tuo giorno. E se te lo dice il Campione del Mondo ti dà molta fiducia. Sono molto felice di essere riuscito a vincere” ha dichiarato Ballerini riservando poi delle importanti parole anche alla società organizzatrice che è riuscita a mettere in piedi la corsa nonostante le restrizioni e le problematiche legate all’emergenza sanitaria.

“Questo periodo del Covid-19 non è facile per molte persone. Voglio ringraziare l’organizzazione per aver reso possibile questa corsa, continuate così” ha dichiarato il vincitore della Het Nieuwsblad.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!