Come ogni fine di anno che si rispetti, cominciano le discussioni e le polemiche per quanto riguarda il #Canone Rai, la tassa che, ricordiamo, non rappresenta in senso stretto un abbonamento alla televisione di Stato, bensì una sorta di bollo per il possesso della televisione. Il 2014 non è da meno e in tempi in cui si discute delle modalità con cui vengono spesi i soldi pubblici anche il canone Rai entra all'interno di questo dibattito. Vediamo quali sono le news che riguardano il costo del canone e soprattutto, qualora qualcuno non volesse pagarlo, quali sono le modalità legali per farlo.

Canone Rai 2014, news: nessun aumento del costo

È notizia di questi giorni che il canone Rai 2014 non subirà alcun aumento, così come era stato paventato soltanto qualche settimana fa.

Ad annunciarlo è proprio Flavio Zanonato, Ministro dello Sviluppo Economico, che ha comunicato che la tassa per il possesso della televisione non subirà aumenti e che il canone Rai 2014 sarà di 113,50 euro. Dove verranno trovati i fondi? Con un tweet il Ministro sostiene che i soldi verranno trovati proprio tra coloro che evadono il pagamento del canone. Insomma, i fondi arriveranno dalla lotta all'evasione. Ecco che allora abbiamo deciso di comunicare le norme che permettono di non pagare il canone Rai 2014 in maniera legale, senza rischiare l'evasione fiscale.

Canone Rai 2014, news: le modalità per non pagarlo

Le modalità per non pagare il canone Rai 2014 sono tre e, visto che il tributo riguarda il possesso della televisione e non un abbonamento alla televisione di Stato, ecco di cosa si stratta, in poche parole bisogna dimostrare di non possedere apparecchi televisivi.

I migliori video del giorno

Ecco allora le modalità: 1) Il contribuente cede tutti gli apparecchi detenuti dando esatta comunicazione delle generalità e indirizzo del nuovo detentore; 2) Il contribuente comunica di non detenere alcun apparecchio fornendone comunicazione (ad es. per rottamazione, furto o incendio); 3) Nel caso che i contribuenti intendano rinunciare al canone Rai senza cedere ad altri i loro apparecchi, devono presentare disdetta, entro il 31 dicembre, chiedendo il suggellamento degli apparecchi stessi (il tutto secondo l'art. 10 R.D.L. 21.2.1938 n. 246)