Il 2 gennaio del 2014 è la data ultima per il ravvedimento in materia di acconto Irpef 2013 che, da parte dei contribuenti di Unico Persone Fisiche, non è stato effettuato o è stato effettuato in misura insufficiente. Attraverso il ravvedimento sempre entro il 2 gennaio del 2014 i locatori in qualità di persone fisiche possono mettersi in regola con il versamento della cedolare secca dovuta in acconto entro lo scorso 2 dicembre del 2013.



Per i contribuenti Iva mensili, quella del 16 gennaio del 2014 è la data ultima per il versamento dell'imposta sul valore aggiunto relativa al mese precedente. I versamenti sono da effettuarsi come al solido in via telematica con il modello F24 indicando il codice tributo 6012.





Entro il 27 gennaio del 2014 i contribuenti Iva non in regola con il versamento dell'acconto 2013 sull'imposta sul valore aggiunto hanno la possibilità di sanare, a distanza di 30 giorni dalla scadenza classica del 27 dicembre del 2013, la propria posizione con gli interessi e con la sanzione che è ridotta al 3%.



Entro il 31 gennaio del 2014 ci sono poi due scadenze classiche per i proprietari di veicoli e/ di televisori. C'è infatti da pagare il Bollo auto se questo è scaduto il 31 dicembre del 2013, e la tassa di possesso del televisore più comunemente nota come Canone Rai. Il bollo ed il canone Rai ricordiamo che si possono pagare comodamente, oltre che online, anche presso le tabaccherie senza dover fare necessariamente la fila presso l'ufficio postale.