Mancano pochi giorni alla scadenza per il pagamento della mini #imu, fissata al 24 gennaio 2014 dopo l'unica proroga concessa dal Governo. Nonostante i tempi siano ormai ristretti, sono ancora tante le domande dei contribuenti attorno a questa imposta sulla casa, ragion per cui c'è chi ha deciso nelle passate settimane di rivolgersi agli appositi Caf per chiedere consulenze.

Ormai è questione di pochi giorni e poi calerà il sipario sulla discussa mini Imu, che ha dominato l'interesse generale dei cittadini nell'ultimo mese, ecco perché, molti siti online hanno pubblicato negli ultimi giorni guide e vademecum per non perdersi tra i tanti quesiti ancora irrisolti e procedere così con serenità al pagamento dell'imposta.

La mini Imu, di fatto, possiamo considerarla come il "conguaglio" sull'Imu prima casa. L'imposta tuttavia, non interessa tutti i cittadini, ma solo coloro, proprietari di prime case, che risiedono in uno dei Comuni italiani dove è stata prevista l'aliquota più alta del quattro per mille fissata dallo Stato, compresi i grandi centri come Milano, Roma e Napoli. Sono 10 milioni i cittadini italiani coinvolti, proprietari di prima casa e relative pertinenze, quali cantine, solai, posti auto, box e tettoie.

Il problema sorge per i cittadini di piccoli centri, i quali per sapere se sono chiamati a pagare o meno la mini Imu, dovranno recarsi presso il municipio di residenza o, in alternativa, consultare il sito web di riferimento. Alcuni siti internet autorevoli come IlSole24ore.com o Repubblica.it, hanno messo a disposizione dei propri lettori degli utili strumenti online attraverso i quali sarà possibile effettuare il calcolo, selezionando il Comune di riferimento.

I migliori video del giorno

Quale sarà il costo della mini Imu? Come indica il termine stesso, le somme da versare fortunatamente non saranno esorbitanti. Nei Comuni interessati, infatti, il costo medio della mini imposta oscilla tra i 40 ed i 42 euro, con variazioni a seconda dei vari Comuni: si passa così da 14 euro di Grosseto ai 95 euro di Milano. L'importo sarà comunque inferiore rispetto a quello versato nel 2012 in quanto il versamento interesserà solo il 40% della differenza tra l'Imu dovuta con l'aliquota base del quattro per mille e quella che si sarebbe dovuta pagare con l'aliquota stabilita dal Comune, considerando anche le detrazioni previste, ovvero 200 euro per l'abitazione principale e 50 euro per ciascun figlio residente e con meno di 26 anni.

Come si paga la mini Imu? Insieme al calcolo questa rappresenta, infine, l'ulteriore domanda tra le più gettonate in queste ultime settimane. Per il pagamento della mini Imu, il contribuente dovrà far riferimento al modello F24, che sarà possibile scaricarlo e stamparlo, direttamente tramite i siti web dei Comuni interessati, su molti dei quali, come quello di Milano, oltre al modulo già compilato sarà possibile anche utilizzare il calcolatore automatico dell'imposta.

Il modello F24 e le relative istruzioni per una compilazione corretta, sarà possibile trovarli sul sito dell'Agenzia delle Entrate. Il codice tributo 3912 è quello da utilizzare ed occorrerà specificare che si tratta di un saldo per l'anno 2013 appena trascorso.