E' disponibile, sul sito dell'agenzia delle entrate, il nuovo modello 730, scaricabile da parte di coloro che, dipendenti o assimilati, devono presentare la dichiarazione dei redditi.

A proposito del modello 730, è bene ricordare le principali detrazioni di cui, i contribuenti italiani, potranno beneficiare per l'anno 2013. In primis, l'acquisto di mobili ed elettrodomestici di classe energetica non inferiore alla A+, dà diritto alla detrazione del 50% con un tetto massimo di euro 100.000; discorso simile riguarda le spese sostenute per la messa in sicurezza degli immobili per le quali, la detrazione ammonta al 65% col limite massimo di 96.000 euro.

Vi sono poi le detrazioni per i figli a carico che vanno dai 950 euro per i figli che hanno compiuto i tre anni sino ai 1.220 euro per i figli al di sotto del terzo anno di età. Infine, va ricordata la detraibilità delle spese mediche e sanitarie, oltre a quelle inerenti gli interessi passivi corrisposti alle banche a fronte del pagamento delle rate di mutuo.

Quali sono i termini di presentazione del modello 730? Per chi si avvale dell'assistenza del proprio datore di lavoro e di un ente pensionistico, il termine ultimo è fissato entro il 30 aprile, mentre, chi si rivolgerà ad uno qualsiasi dei Caf, avrà tempo sino al 31 maggio per la presentazione della dichiarazione dei redditi.

E' inoltre opportuno segnalare una importante novità introdotta per il 2014, ovvero la possibilità di presentazione del modello 730 anche da parte di chi, pur avendo percepito redditi da lavoro dipendente/pensione e/o redditi assimilati, non abbia un sostituto d'imposta che possa eseguire, in sua vece, le operazioni di conguaglio.

I migliori video del giorno

In tale caso, sarà la stessa agenzia delle entrate ad occuparsi dei pagamenti e/o rimborsi tramite il conto corrente del contribuente, che avrà provveduto ad indicare il proprio Iban attraverso il sito dell'Ente stesso (nella sezione ‘Cosa devi fare /Richiedere/ Rimborsi/ Accredito rimborsi sul conto corrente’.).