L'agenzia delle entrate ha diramato un chiarimento su un aspetto della compilazione del modello 730/2014 relativamente al bonus casa e mobili che può essere inserito nel modello. Questo chiarimento scaturisce dai quesiti che sono stati inviati dai Centri di Assistenza Fiscale. Vediamo quali sono i casi che possono essere inseriti:

Ristrutturazione Casa

Le spese effettuate per la ristrutturazione della casa sono detraibili anche se il pagamento viene effettuato da una società finanziaria. Però, per recuperare le spese, è necessario effettuare il pagamento con bonifico bancario con inseriti tutti i dati richiesti per l'applicazione della ritenuta del 4 per cento.

Fatture

È possibile avere anche la detrazione per la ristrutturazione per i familiari conviventi del proprietario dell'immobile i quali hanno contribuito alle spese di ristrutturazione. Nel bonifico devono essere indicati i dati dei familiari conviventi.

Errori materiali

Gli errori effettuati nella compilazione del bonifico fanno comunque usufruire ai contribuenti le detrazioni per gli interventi di ristrutturazione degli edifici effettuati  e per la riqualificazione energetica degli stessi.

Bonus mobili

È possibile usufruire delle detrazioni anche per chi acquista mobili da aziende all'estero che non hanno conti corrente in Italia. Per fare questo il contribuente dovrà effettuare un bonifico ordinario internazionale che abbia alcuni dati come partita Iva, il codice fiscale oppure quel codice identificativo del rivenditore che ha sede all'estero.

I migliori video del giorno

Elettrodomestici

È previsto anche il bonus per il contribuente che dichiara di aver effettuato lavori di manutenzione su impianti tecnologici al fine di ottenere risparmi energetici.