E' fatta, il pagamento dell'acconto della Tasi e imu è slittato ufficialmente da giugno a settembre ma quale sarà l'importo da pagare? Se avete la necessità di saperlo in anticipo o dovete semplicemente sostituire il bollettino pre-compilato non arrivato a destinazione, potete affidarvi ad alcuni simulatori web, basta essere in possesso d'informazioni su: rendita catastale degli immobili interessati e le aliquote applicate nel Comune di riferimento.

Il simulatore più "affidabile di tutti" è sicuramente quello programmato da aministrazionicomunali.it, spesso adottato anche da diversi enti pubblici.

Dopo aver cliccato sulla relativa voce d'interesse, calcolo Imu o Tasi, bisogna inserire il codice catastale del Comune dove l'immobile è ubicato (H501 Roma, F205 Milano), il nome del Comune apparirà automaticamente nello spazio successivo.

Nella casella sottostante va inserita la categoria d'appartenenza dell'immobile (uffici, appartamenti ecc), automaticamente, all'interno delle relative caselle, appariranno anche le varie imposte dovute: nel caso queste restino vuote, vuol dire che il Comune d'appartenenza non ha ancora deliberato sulle relative aliquote.

Nel caso in cui si stia utilizzando l'emulatore per calcolare l'importo Tasi o Imu 2014 da pagare per un abitazione principale, vedremo aprirsi alcuni campi in più, dove vanno inserite informazioni su: numero di figli residenti, presenza di altri proprietari residenti e pertinenze.

I migliori video del giorno

Le caselle casi particolari invece, vanno barrate soltanto se l'immobile in questione rientra in una delle seguenti categorie: storico, inagibile o bene merce. Fatto questo, in fondo alla pagina, appariranno gli importi IMU e TASI da versare: è possibile aggiungere più immobili cliccando appunto sulla voce omonima presente alla fine della pagina.

Se si vuole compilare da soli l'F24 per il relativo pagamento, basterà cliccare su prosegui: il software compilerà da solo tutti gli spazi, dando anche all'utente la possibilità "d'applicare il ravvedimento operoso", nel caso si stiano calcolando tasse arretrate. In seguito cliccare su "inserisci dati anagrafici per F24", alla quale bisognerà poi far seguire le coordinate bancarie.

A questo punto cliccate sul tasto stampa F24: sarà necessario avere Adobe Reader installato sul pc.