Per presentare il modello 730 2014 e Unico la scadenza si avvicina mentre l'Agenzia delle Entrate diffonde chiarimenti per la dichiarazione in relazione al bonus mobili e ristrutturazioni. Ecco le istruzioni per il modello 730 2014.

Modello 730 2014: la scadenza

È sempre più vicina la scadenza del modello 730 2014 e Unico: malgrado ci sia aria di proroga a causa degli eccessivi oneri fiscali, per ora il termine ultimo rimane quello del 31 maggio, data di scadenza del modello 730 2014. Questo è il secondo termine fissato per i contribuenti che nel presentare la propria dichiarazione si avvarranno dei cosiddetti Caf o altri sostituti d'imposta.

La data in questione però sembra effettivamente destinata a slittare, malgrado manchino ancora delle conferme ufficiali. Qualche giorno fa, il ministro Zanetti ha evidenziato come ci siano tutti i presupposti per un rinvio, anche in considerazione della mancata delibera delle aliquote Tasi 2014 da parte di molti comuni. Nonostante l'imminenza del termine, in queste ore il governo prenderà posizione in merito a una nuova scadenza per il 730 2014 che, seguendo l'esempio dello scorso anno potrebbe cadere a luglio.

Modello Unico 2014: la scadenza

Se ci fosse la proroga, anche la scadenza del Modello Unico 2014 verrebbe considerata nel decreto. Tuttavia per il modello Unico 2014 la scadenza rimane ancora abbastanza lontana: la data è quella del 30 giugno, termine che in caso di compilazione online andrebbe a cadere addirittura al 30 settembre. In ogni caso le date in questione circa la scadenza del modello Unico 2014 rimangono le suddette fino a prova contraria.

I migliori video del giorno

Modello 730 2014 e Unico: le istruzioni sul bonus mobili e ristrutturazione

Sono state diffuse recentemente sul sito dell'Agenzia delle Entrate le istruzioni per il Modello 730 2014 e Unico circa le detrazioni fiscali relative al bonus mobili, elettrodomestici e ristrutturazioni, anche in considerazione del recente DL Casa. L'ente specifica innanzitutto che le detrazioni relative non possono essere applicate ove siano avvenuti lavori di realizzazione di un ambiente non esistente: vanno dunque considerati i soli lavori di manutenzione straordinaria, compresi gli interventi volti al risparmio energetico.

A proposito di risparmio energetico, per la compilazione dei modelli 730 2014 e Unico, le istruzioni relative al Bonus Mobili fanno luce anche sugli errori materiali: qualora il campo bonifici sia stato riempito indicando solo le norme degli interventi di recupero omettendo quelle sulle detrazioni per il recupero energetico, si avrà comunque accesso alle detrazioni.

Le istruzioni per 730 2014 e modello unico, riguardano anche le fatture: nel caso fossero intestate (vale anche per i bonifici) a persone conviventi al proprietario, quest'ultimo, previa dichiarazione, può incassarne le dovute detrazioni.

Questi sono i nodi principali dei chiarimenti affrontati dall'Agenzia delle Entrate, al cui sito rimandiamo per una lettura più approfondita.