Si tratta di un mini-rinvio per quel che riguarda la scadenza Imu 2014 dei terreni agricoli montani che perdono le esenzioni grazie alle nuove disposizioni stabilite dal Governo. Nonostante la proroga sbandierata per l'attuazione delle nuove regole il Governo ha poi fatto un passo indietro spostando l'asticella della scadenza imu sui terreni agricoli non più esenti poco più in là, con una decisione seguita da un codazzo di polemiche. Era originariamente prevista per giugno 2015 l'applicabilità delle nuove regole relative alle esenzioni sull'Imu dei terreni agricoli che modificano il trattamento per i comuni montani fino allo scorso anno totalmente esenti dal pagamento dell'Imu agricola.

Cosa è cambiato? Anche se in questi casi il condizionale è d'obbligo, sembra ormai certa la ventilata ipotesi di una revisione delle regole sulle esenzioni sull'Imu dei terreni agricoli per i comuni montani che porterebbe una riduzione dei comuni esenti da un numero di 3.409 ad appena 1.498 e a una scadenza decisamente ravvicinata. Con l'avvento delle nuove regole, l'Imu dei terreni agricoli dei comuni montani verrebbe a riscrivere l'elenco dei comuni esenti sulla base di un criterio peraltro discutibile, quello dell'altitudine. Con la riforma dell'Imu 2014 sui terreni agricoli infatti, questi ultimi verrebbero suddivisi in tre categorie: quelli situati ad un'altitudine superiore a 600 m, quelli compresi tra 281 e 600 m e quelli al di sotto di 281 m. Con le nuove regole sulle esenzioni Imu 2014 terreni agricoli nei comuni montani, ad essere completamente esenti dal versamento dell'Imu sarebbero soltanto quelli appartenenti alla prima fascia, oltre i 600 metri.

I migliori video del giorno

Le esenzioni sarebbero invece solo parziali per quel che riguarda la fascia intermedia, quella tra i 281 e i 600 metri (di cui potrebbero usufruire, tra l'altro solo coltivatori diretti e iap), nessuna agevolazione per la terza fascia che pagherà l'Imu comunque e in misura integrale. Oltre al danno poi, è arrivata anche la beffa: malgrado la promessa dell'entrata in vigore delle nuove regole a giugno, è arrivata nelle ultime ore la notizia di un clamoroso dietrofront che ha anticipato la scadenza per l'Imu sui terreni agricoli dei comuni montani precedentemente esenti di circa 6 mesi. Con gli ultimi aggiornamenti dunque per questi comuni la data di scadenza Imu sui terreni agricoli è fissata al 26 gennaio prossimo oltre la quale scatteranno le sanzioni. Per rimanere aggiornati sulle news relative alle prossime scadenze fiscali, vi invitiamo a cliccare il tasto "Segui" in alto.