Per i contribuenti italiani che si accingono a fare la Dichiarazione dei redditi, quest'anno ci sarà una importante novità rappresentata dal 730 precompilato. Ma che cos'è nello specifico? Il sito dell'Agenzia delle Entrate diventa il protagonista assoluto e per l'occasione ha messo a disposizione degli utenti-contribuenti una vera e propria guida sul nuovo modello 730 precompilato: ecco di cosa si tratta, a chi si rivolge, ma soprattutto quali sono i vantaggi e la data di scadenza entro cui deve pervenire.

Cos'è il 730 precompilato e a chi si rivolge

Il nuovo 730 precompilato sarà a disposizione dei contribuenti a partire dal prossimo 15 aprile.

Ma cos'è e chi interessa? Si tratta di un modello per la dichiarazione dei redditi che però quest'anno sarà interamente telematico e che potrà essere semplicemente accettato con un clic o modificato entro una determinata data di scadenza. I soggetti interessati saranno circa 20 milioni di contribuenti (lavoratori dipendenti e pensionati) che però non lo riceveranno materialmente via posta ma potranno accedervi per via telematica sul sito dell'Agenzia delle Entrate in una apposita sezione resa disponibile dal prossimo 15 aprile. Ma cosa sarà possibile accedervi? Per farlo occorrerà un apposito codice pin da richiedere direttamente all'Agenzia, ma anche rivolgendosi al proprio commercialista o ai centri di assistenza fiscale, meglio conosciuti come Caf. Il 730 precompilato, dunque, potrà essere presentato dal contribuente accedendo al sito internet oppure delegando il proprio sostituto d'imposta, Caf di riferimento o commercialista.

I migliori video del giorno

In questi casi, potrà essere semplicemente accettato o, se necessario, integrato con le apposite modifiche.

Ecco i vantaggi e la scadenza

L'introduzione del nuovo 730 precompilato per i 20 milioni di contribuenti italiani interessati, oltre a rappresentare una novità importante ed un passo in avanti non indifferente porta con sé anche una serie di vantaggi per gli stessi contribuenti e non solo. Innanzitutto, coloro che sono chiamati ad accedere al proprio modello 730 precompilato a partire dal prossimo 15 aprile, si troveranno di fronte un modello semplice da compilare poiché già contenente i dati in possesso degli uffici dell'Agenzia delle Entrate. Ma non è tutto: nel caso in cui i contribuenti con minore dimestichezza nell'uso di PC e internet decidessero di delegare i Caf o i propri commercialisti, le responsabilità ricadrebbero proprio su questi ultimi in riferimento ai quali saranno compiuti gli eventuali ed appositi controlli documentali. I principali vantaggi, dunque, riguardano nello specifico i controlli.

In merito alla data di scadenza entro la quale deve essere presentato, ricordiamo il tempo limite fissato al 7 luglio prossimo, scadenza che interesserà sia il contribuente che deciderà di presentare la dichiarazione dei redditi in modo autonomo sul sito dell'Agenzia delle Entrate, sia in caso di presentazione da parte del Caf o del commercialista. Infine, ricordiamo ai contribuenti che come specificato direttamente sul sito ufficiale dell'Agenzia delle Entrate, sarà possibile effettuare la dichiarazione dei redditi compilandola direttamente anche secondo le modalità ordinarie ovvero tramite il 730 ordinario la cui data di scadenza resta fissata sempre al 7 luglio 2015.