Il cambio delle modalità di pagamento del Canone Rai 2016 ha creato molti dubbi ai consumatori italiani in questi primi giorni del nuovo anno. Sono in tanti a domandarsi come funzioneranno le cose da quest'anno. Non a caso, i centralini delle principali associazioni dei consumatori, sono state letteralmente presi d'assalto da chi cerca risposte ai propri dubbi. La paura delle associazioni e dei comuni cittadini è quella che possano nascere degli errori. Soprattutto nel caso in cui il canone sia intestato ad una persona diversa da quella che abitualmente paga la bolletta della luce. Poiché l'Agenzia delle Entrate dovrà intrecciare molti dati, si teme che in questi casi possa crearsi qualche problema e il pagamento del canone possa essere richiesto anche più di una volta nello stesso nucleo familiare. 

Perplessità dai consumatori

Ovviamente dalla Rai e dall'Agenzia delle Entrate al momento si esclude questa possibilità, ma sono comunque in molti ad avere perplessità.

Il nuovo Canone Rai 2016 si sta rivelando una brutta gatta da pelare per moltissime persone. Ricordiamo che il provvedimento in questione è stato voluto in primis dal numero uno dell'attuale Governo in carica, Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, il quale aveva annunciato in diretta tv questo cambiamento 'epocale' diversi mesi fa. Questa imposta va pagata solo nel caso di possesso di apparecchio televisivo. Il possesso si presume e dunque qualora non sussista, sarà il singolo utente a doverlo dimostrare. Questo avverrà presentando autocertificazione presso l'Agenzia delle Entrate. 

Si paga il Canone Rai 2016 su radio e pc?

Altra domanda che molti si fanno è quella se il Canone Rai 2016 va pagato anche da chi non possiede tv, ma dispone in casa di radio o Pc. In questo caso, occorre chiarire che non si deve pagare il canone, tuttavia questo va versato nel caso in cui il Pc sia dotato di sintonizzatore Tv.

I migliori video del giorno

Infine se si possiede un apparecchio tv ma non lo si usa per guardare i canali televisivi ma solo per guardare dvd o videogames, il canone deve essere pagato ugualmente. Questa tassa va pagata una sola volta per famiglia, a prescindere dal numero di case. Sanzioni pesanti infine sono previste dalla nuova normativa verso gli evasori.