Il ministro dell'economia Pier Carlo #padoan ha firmato il tanto atteso decreto nel quale si ufficializza la sospensione delle imposte e dei tributi per la popolazione delle zone colpite dal sisma dello scorso 24 agosto.

Con tale decreto vengono sospesi fino alla data del 20 dicembre 2016 i versamenti delle imposte e degli adempimenti tributari delle persone fisiche, delle persone giuridiche e degli imprenditori, residenti o operanti nei comuni del centro Italia interessati dal sisma. Sono sospesi pertanto anche i versamenti derivanti delle cartelle esattoriali e dagli accertamenti esecutivi di Equitalia.

Questa è una norma introdotta dalla legge di stabilità 2016

Con il decreto del Mef si applicheranno le nuove norme introdotte dalla legge di stabilità 2016 nel quale si specifica che non verranno aggiunti interessi, sanzioni ed oneri accessori ai versamenti sospesi e che gli stessi una volta riattivati potranno essere dilazionati fino a un massimo di 18 rate.

I cittadini proprietari di edifici distrutti o inagibili anche parzialmente e titolari di mutui potranno chiedere la sospensioni delle rate presentando l'autocertificazione del danno fino alla ricostruzione o all'agibilità e comunque non oltre la data della fine dello stato di emergenza. Entro 30 giorni dall'entrata in vigore del decreto le banche e gli altri intermediari bancari dovranno informare i propri clienti di tale possibilità.

La data di scadenza fissata al 20 dicembre 2016 potrà essere prorogata come successo già per altri terremoti ed è stata fissata per questioni meramente tecniche visto che un decreto ministeriale non può superare l'anno senza una copertura prevista in Bilancio.

Elenco Comuni interessati dal decreto

I Comuni interessati dalla sospensione stabilita per decreto dal ministo Padoan.

I migliori video del giorno

Lazio: Accumoli (Rieti), Amatrice (Rieti), Cittareale (Rieti)

Marche: Acquasanta Terme (Ascoli Piceno), Arquata del Tronto (Ascoli Piceno), Montefortino (Fermo), Montegallo (Ascoli Piceno), Montemonaco (Ascoli Piceno)

Umbria: Cascia (Perugia), Monteleone di Spoleto (Perugia), Norcia (Perugia), Preci (Perugia)

Abruzzo: Campotosto (L'Aquila), Capitignano (L'Aquila), Montereale (L'Aquila), Rocca Santa Maria (Teramo), Valle Castellana (Teramo) #Terremoto #tasse