Il modello 730 per la Dichiarazione dei redditi quest'anno va presentato entro il 23 luglio 2017 all'Agenzia delle Entrate. I termini però scadono prima nel caso in cui il modello precompilato venga presentato al sostituto di imposta, al Caf [VIDEO] o al professionista: in questo caso va consegnato entro il 7 luglio. Lavoratori dipendenti o pensionati che siano in possesso di determinati redditi potranno provvedere a presentare la dichiarazione con il modello 730 che dal prossimo 15 aprile sarà pubblicato, per poter essere quindi scaricato, sul portale dell'Agenzia delle Entrate al seguente indirizzo: agenziaentrate.gov.it

Soggetti tenuti a presentare il modello 730

La dichiarazione dei redditi va presentata, secondo le modalità descritte sopra, da parte di tutti quei quei contribuenti che, per l'anno 2016, abbiano percepito:

  • redditi di lavoro indipendente o ad esso assimilati
  • redditi provenienti da fabbricati e/o terreni
  • quelli provenienti da capitale
  • redditi di lavoro autonomo ma soltanto per quelli che non prevedono la partita Iva
  • altri redditi come quelli di fabbricati e terreni ubicati fuori i confini nazionali
  • alcuni redditi sottoposti al regime della tassazione separata

Le principali novità inserite nel modello 730

Premesso che per tutti i dettagli e per una compilazione corretta del modello è consigliabile consultare il sito internet agenziaentate.gov.it ed entrare nella sezione 'Cosa devi fare' per poi leggere analiticamente la parte inerente alla presentazione del modello 730.

Detto questo elenchiamo alcune delle principali novità introdotte: ci sono innanzitutto i cosiddetti premi di risultato sottoposti a tassazione agevolata per i lavoratori del settore privato; è poi previsto un regime speciale con ulteriori agevolazioni per quei contribuenti che si siano trasferiti in Italia; stesso discorso, in termini di deduzioni fiscali, per le erogazioni a tutela delle persone con gravi disabilità, oppure per quelle a favore degli istituti del sistema d'istruzione nazionale; sono inoltre previste ulteriori agevolazioni fiscali per le spese sostenute dalle giovani coppie finalizzate all'acquisto di un immobile da destinare a prima casa. In termini di agevolazioni per le giovani coppie sono tantissime le soluzioni previste nel 2017 [VIDEO].